Paternò SportSport

Ultimi minuti fatali al Paternò

Sembrava una partita destinata a concludersi sullo 0-0, anche perchè di veri e propri tiri in porta non ne avevamo visti, ne dall’una che dall’altra parte. A questo ci aggiungiamo un’arbitraggio assolutamente inadeguato per la categoria e dulcis in fundo, il gol licatese, frutto di una carambola fortunosa, arrivato nei minuti finali. Vuol dire che era destino che finisse così, ma di certo, non abbiamo visto il brillante Paternò formato trasferta in questa partita, anche se come abbiamo detto, il pareggi a reti bianche, sarebbe stato il risultato più giusto. Archiviata questa parentesi sfortunata, anche perchè pesano e non poco le assenze di Foderaro e Bontempo, testa subito, domenica prossima al Biancavilla, una partita che si giocherà tra le mura amiche e che dovrà essere vinta senza se e senza ma, perchè una volta conquista la salvezza, è giusto pensare anche ai playoff.

CRONACA:

Partita bloccata da ambo le parti, che vive di poche fiammate. Al 9′ Samake per Minacori, Latella è bravo nell’uscita ad anticiparlo. Al 23′ Minacori serve invece Samake, che salta Latella, tenta il tiro da posizione impossibile ed infatti tira alto. Al 33′ è sempre Samake che serve Mazzamuto, ma il tiro è alto sulla traversa. Imprecisione che arriva anche al 41′ quando Mazzamuto serve Candiano, che spara alle stelle. Il Paternò si vede nel finale, prima al 43′ con una punizione velenosa di Basualdo, che viene sventata da Truppo, il quale toglie a Scoppetta, la possibilità di ribadirla in gol. Quindi al 45′ Bisconti serve La Piana, che entra in area, tenta il tiro, ma non trova la porta. Nel secondo tempo al 58′ Soure per Minacori, che spara sempre alto. Al 69′ ancora Samake tira alto, mentre al 70′ Cangemi servito da MAscari, spara alto. C’è da dire che le azioni del Paternò, venivano spesso e volentieri bloccate dall’arbitro, che ha fischiato sempre contro la squadra rossazzurra, annullando così, ogni possibile azione offensiva, in maniera scriteriata e sicuramente frutto di una grande insicurezza. Al 74′ ancora Samake tira alto, mentre al 78′ Castorina per Sidibe, che fugge sulla fascia entra in area, ma il portiere lo anticipa. All’83’ arriva il gol. Punizione a centrocampo, che comunque parte da un’altra precedente non fischiata al Paternò… Lancio di Candiano per lo stacco di Brunetti, il quale anticipa Guarnera, la palla sbatte sulla schiena di Dama e si ferma, favorendo così Guye, il quale da pochi passi insacca. Una vera e propria sfortuna per la squadra paternese, viceversa il Licata, impreciso fino a quel momento, ringrazia. Praticamente, poi non si gioca più ed il Paternò perde una partita che poteva benissimo pareggiare.

TABELLINO:

LICATA – PATERNO’ 1-0

LICATA: Truppo 6.5, Calaiò 5.5, Soure 6.5 (84′ Cappello s.v.), Aprile 5.5 (75′ Guye 7), Brunetti 6.5 (89′ Rubino s.v.), Orlando 5.5, Mazzamuto 5.5 (75′ Giordano 5.5), Currò 6, Samake 6, Candiano 6.5, Minacori 6 (93′ Ficarra s.v.). A disposizione: Moschella, Lanza, Bertella, Saito. All.: Giuseppe Romano 6.

PATERNO’: Latella 6, Bisconti 6, Mangiameli 5.5 (56′ Castorina 5), Basualdo 5.5, Scoppetta 6 (89′ Zappalà s.v.), Dama 6.5, Cangemi 6, Puglisi 6 (63′ Sidibe 5.5), Mascari 6, Rizzo 6, La Piana 5.5 (56′ Guarnera 5.5). A disposizione: Lofaro, Viaggio, Di Bella, Nicolosi, Pappalardo. All.: Alfio Torrisi 6.

ARBITRO: Costantino Cardella di Torre del Greco (Na) 4. Assistenti: Salvatore Barbanera 5 e Giuseppe Lugaro 5 (PA).

RETE: 83′ Guye.

NOTE: Presenti 500 spettatori di cui almeno 80 provenienti da Paternò. Ammoniti: Calaiò, Brunetti, Candiano e Minacori per il Licata, Latella, Mangiameli e Cangemi per il Paternò. Angoli: 3-1 per i locali. Recuperi: pst 2′, st 5′.

PAGELLE:

Latella 6: Non ha colpe sul gol e non ha praticamente toccato palla nelle restanti azioni, perchè il Licata è stato sempre impreciso. Peccato!

Bisconti 6: Aveva cominciato bene, ma Soure è stato una spina nel fianco.

Mangiameli 5.5: L’ammonizione lo ha condizionato e non ha dato il meglio come al solito. Dal 56′ Castorina 5: Deve migliorare e soprattutto irrobustirsi, perchè non riesce ad essere incisivo.

Basualdo 5.5: Oggi è apparso stanco e poco presente nella manovra, toccando davvero pochissimi palloni.

Scoppetta 6: Senza Bontempo non era facile giocare, ma ha dato il massimo e lo ha fatto abbastanza bene. Dall’89’ Zappalà s.v.: Torrisi cercava i suoi spunti, ma in quei minuti non si è praticamente giocato.

Dama 6.5: Sostituire Bontempo era difficile, ma lui ha giocato una gran partita, peccato, davvero peccato, per quel rimpallo sulla schiena che ha favorito il gol del Licata.

Cangemi 6: Sicuramente il più mobile del centrocampo rossazzurro, ma anche il più bersagliato dall’arbitro, che non gli ha fischiato nessun fallo subito, mentre viceversa, gli ha fischiato contro, di tutto!

Puglisi 6: Ha svolto il compitino, ma anche lui poteva fare di più, soprattutto per come ci ha abituati. Dal 63′ Sidibe 5.5: Sinceramente ancora stiamo aspettando di poter vedere l’Aboubakar di San Luca!

Mascari 6: Ha svolto un gran lavoro ed ha lottato, in più è stato penalizzato dall’arbitro, che lo ha preso di mira.

Rizzo 6: Doveva fare la differenza e qualche volta cercava di farla, ma non è stato tutelato dal direttore di gara.

La Piana 5.5: Ancora fuori forma, aspettiamo di poter rivedere il giocatore che conosciamo. Dal 56′ Guarnera 5.5: Non sta giocando con la puntualità di una volta, e sbaglia qualche pallone di troppo, oggi Brunetti nell’occasione del gol lo ha sovrastato di netto.

Mister Torrisi 6: Non era il solito Paternò formato trasferta, le assenze si sentivano, ma è mancata l’intensità e la capacità di ripartire. A questo però ci aggiungiamo, che l’arbitro non ha praticamente fatto giocare il Paternò.

LE INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY:

Inizio partita (foto tratta dalle immagini trasmesse dalla pagina facebook del Licata)
Azione pericolosa del Paternò (foto tratta dalle immagini trasmesse dalla pagina facebook del Licata)
L’azione del Licata nel gol, Brunetti salta di testa anticipando Guarnera, la palla sbatte sulla schiena di Dama e favorisce Guye (foto tratta dalle immagini trasmesse dalla pagina facebook del Licata)
Guye ha la palla della vittoria (foto tratta dalle immagini trasmesse dalla pagina facebook del Licata)
Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: