Altro

Il Paternò come Jannik Sinner, batte il Real Siracusa 6-1

Nel giorno della vittoria degli Australian Open da parte del tennista altoatesino, ecco che il Paternò seguendo lo schema di punti del tennis, batte il Real Siracusa con un… tennistico 6-1. Troppo netta la superiorità dei giocatori paternesi, che già all’andata erano stati gli unici a vincere a Siracusa, per giunta con un altro altisonante punteggio di 5-1. La gara, che ha comunque fatto denotare alcune piccole scorie del match di Coppa, giocato ad alti livelli, lo scorso mercoledì, non è mai stata messa in discussione, ma anzi c’è stata la possibilità di far giocare un pò di giocatori, i quali hanno sfruttato l’occasione, andando in gol nel secondo tempo. Adesso per il Paternò, il meritato riposo, salvo poi concentrarsi per la partita in trasferta di domenica prossima, che si svolgerà a Misterbianco alle 17! La strada è tracciata, adesso le vittorie consecutive, comprese le gare di coppa sono 7, il testa a testa con l’Enna è sempre più vivo, mentre il Modica, relegato a 10 punti di distacco, sembra non poter più impensierire nessuno.

CRONACA:

Neanche il tempo di fischiare il calcio d’inizio che il Paternò si porta in vantaggio. Angolo di Valenca per Belluso, che al centro dell’area, anticipa tutti, sbloccando così il risultato. Al 6′ i rossazzurri hanno la possibilità di raddoppiare, quando Viglianisi esce dal cilindro una gran girata al volo, ma il tiro tanto è bello, quanto impreciso di quel tanto per far gridare al gol. Paternesi vicino al raddoppio al 13′, con il bomber Micoli che si gira su se stesso, gran tiro angolato, su cui Aglianò sfodera una parata salva risultato. Il Real Siracusa, scampato il pericolo, prova a rispondere al 17′ trova il pareggio. Sangarè, oggi apparso un pò stanco, scivola su pallone, se ne approfitta Quarto, che entra in area, ma viene rimontato da Godino, il quale però secondo l’arbitro respinge il pallone con un braccio. Il direttore di gara fischia il penalty, che Miraglia trasforma spiazzando Romano. Il pareggio ha vita brevissima, infatti al 21′ Fratantonio si libera sulla destra, entra in area, effettua un dribbling stretto su Distefano che lo atterra. Ancora una volta l’arbitro non può che indicare il dischetto. Dagli 11 metri si presenta lo specialista Belluso, che non sbaglia. Da qui alla fine del primo tempo, sono diverse le occasioni per arrotondare, ma le ostilità si chiudono sul 2-1 per il Paternò. Nel secondo tempo, il Paternò riparte a testa e sfiora la marcatura al 50′ e al 55′, ma non sfonda, mentre il Real Siracusa ci prova con un tiro di Montagno che Romano blocca, ma al 60′ arriva il tris. Lancio di Valenca per Micoli, che di testa effettua una sponda perfetta per Maimone, che di destro (non è il suo piede), trova l’angolino dove battere Aglianò. Il Paternò a questo punto spinge e chiude la contesa. Al 64′ Greco entra in area, tira, colpisce il palo, la palla entra e poi successivamente spazzata, ma l’arbitro ha visto che la sfera aveva già varcato la linea di porta e decreta la marcatura per il Paternò. Al 67′ è invece Micoli a rubare palla al difensore ed a presentarsi a tu per tu con Aglianò, il quale però si riscatta, deviando la conclusione. Ma non è finita qui, al 72′ corner di Valenca per Panarello, che al volo azzecca il gran tiro e sigla il 5-1. Infine al 92′ c’è lo spazio per il 6-1 finale, quando Maimone serve Virgillito in profondità, tiro a fil di palo e per il Paternò arriva il game, set, match!

TABELLINO:

PATERNO’ – REAL SIRACUSA 6-1

PATERNO’: Romano 6.5, Fratantonio 7 (64′ Panarello 7), Godino 6, Floro Valenca 7, Sangarè 6, Intzidis 7, Viglianisi 7 (56′ Maimone 7.5), Greco 7 (83′ Virgillito 7), Micoli 7, Belluso 8 (64′ Giannaula 6.5), Asero 7 (73′ Messina 6.5). A disposizione: Coriolano, Mollica, Napoli, Lo Monaco. All.: Filippo Raciti 7.

REAL SIRACUSA: Aglianò 6, Distefano 5, Guzzardi 5 (46′ Barcio 5), Iseppon 5, Puzzo 5.5, Midolo 5.5, Miraglia 6, Montagno 6, Frittitta 5.5, Quarto 5.5, Rossitto 5 (51′ Spoto 5.5). A disposizione: Ruta, Leone G., Leone P., Ulma, Melluzzo, Nanè. All.: Vittorio Jemma 6.

ARBITRO: Denis Lauria di Palermo 7. Assistenti: Arturo Artellini (RG) 7 e Luca Iannazzo (PA) 6.5.

RETI: 1′ e 22′ (Rig.) Belluso, 18′ Miraglia (Rig.), 60′ Maimone, 64′ Greco, 72′ Panarello, 92′ Virgillito.

NOTE: 700 spettatori presenti, campo in non perfette condizioni. Ammoniti: Guzzardi e Puzzo per il Real Siracusa. Angoli: 5-2 per il Paternò. Recuperi: pt 2′, st 3′.

PAGELLE:

Romano 6.5: E’ sempre pronto a difendere la propria porta, non può nulla sul rigore ben calciato da Miraglia.

Fratantonio 7: Ha grandi capacità di saltare l’uomo e di mettere la squadra in superiorità numerica, si procura un rigore, sfruttando le proprie armi. Dal 64′ Panarello 7: Lui c’è sempre! Quando gioca, quando subentra, si fa trovare sempre pronto e soprattutto appena ha l’opportunità riesce a fare gol e che gol!

Godino 6: Non era il solito ed il rigore poteva essere evitato, ma è pur sempre u valido elemento su cui contare.

Floro Valenca 7: La musica che suona con i suoi piedi è melodia!

Sangarè 6: Oggi non era il solito Abdulkarim che conosciamo, cioè il giocatore che non sbaglia una palla. Qualche errore di troppo e forse un pizzico di stanchezza in più.

Intzidis 7: La roccia, praticamente insuperabile, ha annullato Frittitta, e come suo solito non ha sbagliato nulla.

Viglianisi 7: Sta pian piano inserendosi nel gruppo, mettendo in mostra le sue armi, se fosse entrato quel gran tiro, sarebbe crollato lo stadio. Dal 56′ Maimone 7.5: E’ sempre più il fuoriclasse di questa squadra, entra e subito mette il sigillo al match, per giunta segnando con l’altro piede.

Greco 7:Giocatori che attaccano e difendono come lui sono difficilmente riscontrabili in questa categoria, se poi ci aggiungiamo che è un under, capiamo che si tratta di un grande giocatore. Dall’83’ Virgillito 7: Non è da tutti segnare all’esordio con la maglia rossazzurra, ma con caparbietà c’è riuscito.

Micoli 7: Non ha segnato, ma ha giocato una grandissima partita, peraltro è stato prezioso in fase di rifinitura.

Belluso 8: Dopo qualche partita un pò acciaccato è finalmente ritornato al gol e per farlo gli sono bastati un giro di lancette. Grande attaccante, che gioca con anima e cuore. Dal 64′ Giannaula 6.5: Entra per ritornare a fare gol, ma questa volta non ci riesce.

Asero 7: All’andata ha praticamente distrutto da solo il Real Siracusa, oggi ha contributo a batterli con le sue giocate ed accelerazioni. Dal 73′ Messina 6.5: Gioca un bel pezzo di partita, cercando di dare il massimo.

Mister Raciti 7: Seppur stanchi dalle fatiche di Coppa, i ragazzi non hanno perso l’obiettivo ed hanno giocato con grande autorità, annientando gli avversari con un perentorio 6-1. Ottima la gestione del gruppo e il turn-over tra i vari giocatori.

INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY DI TURI ANICITO:

Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Close