Paternò SportSport

Il Paternò raggiunge la quota salvezza con 12 partite d’anticipo!

Adesso possiamo dirlo, perchè quota 40 è stata raggiunta e superata, ma la meraviglia sta nell’averla raggiunta a Febbraio e con ben 12 partite d’anticipo! Per una squadra che ad inizio stagione era stata etichettata come probabile candidata alla retrocessione, si tratta di un grande successo, anzi di un vero e proprio miracolo sportivo. Ma questo risultato, non è solamente un dato di fatto acquisito, ma semplicemente il frutto di un grande lavoro, orchestrato alla perfezione da mister Torrisi, assieme al suo staff. Vincere contro questo Giarre, all’apparenza potrebbe sembrare facile, ma nella realtà dei fatti, il Paternò si è confrontato, con una formazione ben messa in campo e decisa a continuare la striscia positiva, fin qui inanellata. E’ stata una partita a scacchi, che alla fine, ha visto il successo del Paternò, che con grande armonia ha condotto la gara senza rischiare più di tanto, fino a trovare l’occasione giusta per andare in gol. C’è riuscito, grazie all’ennesima invenzione, di un giocatore eccezionale come Alessio Rizzo, il quale quando accende la luce, non ce n’è per nessuno, perchè in campo disegna e dispensa calcio! E’ così che il Paternò vince il derby contro il Giarre, raggiunge la quota salvezza e si lancia per le restanti 12 giornate alla conferma dei playoff, obiettivo impensabile ad inizio stagione, ma che oggi diventa realtà sempre di più.

CRONACA:

Sotto l’ottima direzione arbitrale del signor Fantozzi di Civitavecchia, il Paternò inizia la sua gara facendo il match, mentre il Giarre si chiude dietro, tentando la sortita offensiva con dei lanci verso lo sgusciante Arcidiacono. La prima azione è per i rossazzurri, che al 9′ ci provano con La Piana, ma il tiro finisce fuori. Un minuto c’è la risposta del Giarre, quando Arcidiacono batte una punizione, Latella esce, ma si perde la sfera, Pertosa colpisce di testa, ma la sfera finisce alta sulla traversa. Al 12′ è invece Mascari a servire Rizzo, tiro di quest’ultimo e palla fuori di pochissimo. Al 41′ Bisconti serve ancora una volta Rizzo, il quale tenta il gran tiro, tutti gridano al gol, ma è un effetto ottico, la palla infatti esce di un soffio sfiorando la traversa. Al 43′ sempre Bisconti effettua un bel cross per Basualdo che colpisce di testa, ma non trova lo specchio della porta, mentre al 44′ è Cangemi a provare il tiro d’esterno, ma la conclusione è debole. Nel secondo tempo il Giarre prova a fare qualche occasione ed al 59′ Cannavò prova il tiro, Latella scivola, ma si riprende prontamente, parando la conclusione. Giarre ancora pericoloso al 60′ con il palo di Pertosa, su cui sia avventa Agudiak, ma il gioco è fermo per una segnalazione del guardalinee. Ecco che si accende la lampadina di Rizzo ed al 63′ il Paternò si porta in vantaggio. Rizzo pesca La Piana in profondità, tocco al volo per Cangemi, che indisturbato colpisce di testa ed insacca alle spalle di Giannini. Il Paternò potrebbe raddoppiare già al 70′, quando il solito Rizzo lancia La Piana, che entra in area e tira, ma mira al primo palo, anzichè al secondo, permettendo così a Giannini di salvarsi in angolo. E’ il preludio del raddoppio che arriva all’80’. L’immenso Rizzo fugge in contropiede, serve quindi Mascari, che in progressione supera il diretto avversaria, tira, ma Giannini para, riprende lo stesso Mascari, che da terra ribadisce in gol. Da qui alla fine non accade nulla, il Paternò può festeggiare la quota salvezza e orientarsi su altro.

TABELLINO:

PATERNO’ – GIARRE 2-0

PATERNO’: Latella 7, Bisconti 7 (69′ Dama 7), Mangiameli 7, Basualdo 7, Scoppetta 7.5, Bontempo 7.5, Cangemi 7.5 (75′ Sidibe 7), Puglisi 7.5, Mascari 7.5, Rizzo 8 (83′ Guarnera s.v), La Piana 7 (79′ Zappalà s.v.). A disposizione: Lofaro, Di Bella, Nicolosi, Pace, Castorina. All.: Alfio Torrisi 10.

GIARRE: Giannini 5.5, La Rosa A. 5.5 (56′ Anastasio 6.5), Zappalà 6 (67′ Cocimano 5.5), Arcidiacono 5.5 (59′ Agudiak 5), Sessa 6, Cannavò 5.5 (79′ Giannaula s.v.), Pertosa 5.5, Musso 5, Porcaro 6, Limonelli 5.5 (56′ Carrozzino 5), Baglione 6. A disposizione: La Rosa F., Auino, Giuffrida, Padovani. All.: Gaspare Cacciola 6.

ARBITRO: Flavio Fantozzi di Civitavecchia (RM) 7.5. Assistenti: Marco Campanella 6.5 e Pietro Bennici 6.5 (AG).

RETI: 63′ Cangemi, 80′ Mascari.

NOTE: 1300 spettatori presenti, di cui almeno 200 giunti da Giarre. Temperatura mite, perfetta per giocare a calcio. Campo in non perfette condizioni. Osservato un minuto di silenzio per la scomparsa del giovane dirigente Andrea Messina. Ammonti: Bontempo e Zappalà del Paternò, La Rosa A. per il Giarre. Angoli: 3-0 per il Giarre. Recuperi: pt 1′, st 6′.

PAGELLE:

Latella 7: 10° clean sheet stagionale e grande soddisfazione per un ragazzo cresciuto partita dopo partita.

Bisconti 7: Altra dimostrazione, di come il lavoro dello staff tecnico, unito alla determinazione del giocatore, hanno prodotto un calciatore che da ampie garanzie nel suo ruolo. Dal 69′ Dama 7: Entra e gioca sin da subito divinamente, non sbagliando un colpo, … in più non ha beccato il solito giallo!

Mangiameli 7: Stesso discorso fatto per Bisconti, oggi Mangiameli è uno dei migliori terzini della serie D e parliamo di un 2003, grazie all’impegno e alla cura dello staff.

Basualdo 7: Da oggi lo chiameremo “El Rey”, perchè è l’indiscusso sovrano del centrocampo.

Scoppetta 7.5: Ha giocato in maniera impeccabile, non facendo letteralmente toccare palla agli attaccanti avversari.

Bontempo 7.5: Cosa dovremmo aggiungere a quello che già sappiamo? Nulla, solo che è un grande giocatore, ed anche oggi lo ha dimostrato, annullando chiunque passasse dalle sue parti.

Cangemi 7.5: Ha colpito il Giarre sia all’andata, che al ritorno e con dei bei gol, in quella che è la sua caratteristica: l’inserimento da dietro. Parliamo di un giocatore che unisce qualità e quantità a iosa. Dal 75′ Sidibe 7: Entra e si mette subito a disposizione della squadra, difendendo e recuperando diversi palloni.

Puglisi 7.5: Ci teneva tantissimo a fare bene contro la squadra che in pratica lo aveva gettato via e diciamo che lo ha fatto nel migliore dei modi. Il Giarre oggi se lo sogna di avere un under come lui, che va su tutti i palloni, che non sbaglia un colpo e mette una grinta fuori dal comune.

Mascari 7.5: Con Foderaro fuori, tocca a Mascari fare il Mascari e giocare con quella cattiveria, che lui Sto arrivando! benissimo di avere. Fa un grandissimo lavoro per i compagni, fa salire la squadra, attacca la profondità e segna un gol, che è il simbolo della sua grande voglia di far bene.

Rizzo 8: Che dire? Chapeau! Ancora non ci capacitiamo di cosa ci faccia questo giocatore in serie D. Gioca in maniera sublime e quando non segna, serve ai compagni dei palloni che devono soltanto essere spinti in rete. Dall’83’ Guarnera s.v: Entra per rafforzare il reparto arretrato e lo fa bene.

La Piana 7: Sta pian piano entrando nei meccanismi di Torrisi, gli manca ancora qualcosa, ma Paternò è casa sua e lui lo sa benissimo, che qui può solo far bene. Dal 79′ Zappalà s.v.: Entra per dare profondità e lo fa sacrificandosi per la squadra.

Mister Torrisi 10: Il voto è da condividere con tutto lo staff, che oggi festeggia il raggiungimento del primo obiettivo, con ben 12 partite d’anticipo. Il 27 luglio, nessuno avrebbe scommesso un centesimo su questa guida tecnica, ed invece, grazie al lavoro di tutto lo staff, alla dedizione negli allenamenti e alla voglia di emergere, oggi il Paternò è la rivelazione di questo campionato!

INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY DI TURI ANICITO:

La formazione del Paternò che ha affrontato e battuto il Giarre (© Foto Anicito)
La terna arbitrale, guidata dall’ottimo Flavio Fantozzi e i capitani (© Foto Anicito)
Alessandro Cangemi tra i migliori (© Foto Anicito)
Azione del Giarre con l’uscita di Latella ed il colpo di testa di Pertosa (© Foto Anicito)
Il tiro di Rizzo, fuori di un soffio (© Foto Anicito)
La parata di Latella su Cannavò (© Foto Anicito)
Totò Scoppetta in azione (© Foto Anicito)
Alessio Rizzo in azione (© Foto Anicito)
Il colpo di testa di Cangemi porta in vantaggio il Paternò (© Foto Anicito)
L’esultanza di Cangemi (© Foto Anicito)
Mascari ribatte in gol per il 2-0 (© Foto Anicito)
La felicità di mister Torrisi (© Foto Anicito)
L’esultanza di Agostino Mascari (© Foto Anicito)
Scoppetta, Foderaro e Cangemi (© Foto Anicito)
Festa finale e volti sorridenti (© Foto Anicito)
Foto di gruppo con le giovanili (© Foto Anicito)
La festa con i tifosi della Curva Sud (© Foto Anicito)
Il presidente Mazzamuto e mister Torrisi (© Foto Anicito)
Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: