NewsPaternò SportSport

Un pareggio con rammarico ad Acireale per il super Paternò

Non che ce ne fosse bisogno, ma ancora una volta il Paternò ha zittito detrattori e faciloni, sciorinando nel derby in casa dell’Acireale una prestazione di altissimo livello. Poteva e doveva trasformarsi in una vittoria questa partita, ma quando si sbagliano troppi gol, è inevitabile, che al minimo errore, si becca un gol evitabilissimo. Se poi ci mettiamo l’ennesimo rigore negato ai rossazzurri nei minuti finali, resta comunque la soddisfazione di aver giocato una grande partita, dominando il gioco e dimostrando in campo dei valori, che attualmente la classifica non rispecchia. Il Paternò dopo un primo tempo in cui ha sfiorato il gol ed ha sprecato, senza rischiare nulla, nel secondo tempo passa in vantaggio, si porta in superiorità numerica, quindi tenta la stoccata finale, ma la sorte è avversa e per gli acesi arriva il pareggio. Ne consegue un forcing finale dei paternesi con una traversa ed un rigore solare, non concesso per la seconda trasferta di fila! L’esame Acireale è stato superato alla grande, chi credeva che il Paternò, oggi avrebbe beccato una sonora sconfitta è stato smentito con i fatti e con un gioco sul campo, a dir poco produttivo e spettacolare, e soprattutto, a chi credeva che Torrisi non ci sarebbe arrivato al panettone, se ne dovrà fare una ragione, perchè con questo Paternò, Torrisi si mangerà il Panettone, la Colomba e persino la Torta Gelato!

CRONACA:

Parte subito fortissimo il Paternò, che dopo appena 20 secondi ha l’occasione per portarsi in vantaggio. Mascari servito da Basualdo entra in area, ma perde il tempo per il tiro, a botta sicura, sulla palla si catapulta Cangemi, che viene fermato sul più bello. Risponde subito l’Acireale con Savanarola, ma il tiro finisce di poco a lato. Rossazzurri che insistono ed al 10′ Castorina serve Bisconti, tiro di prima intenzione, che il portiere per poco non trasforma in autogol. Gli acesi i vedono in avanti al 15′ con Piccioni che serve Russo, ma il tiro finisce preda di Latella. Al 16′ altra occasionissima per il Paternò, con Basualdo che porge un bel assist a Mascari, l’attaccante bravo ad eludere il fuorigioco, entra in area e scarica una botta, su cui D’Alterio compie una prodezza, salvando la propria porta. Il primo tempo scorre senza troppi sussulti, con il Paternò padrone del gioco. Nel secondo tempo al 46′ Cangemi controlla palla al limite e lascia partire un bel tiro che il portiere granata para, quindi al 68′ ancora Paternò vicino al gol con Camara che passa a Mascari, altra percussione e tiro ravvicinato parato da D’Alterio. L’occasione più pericolosa dell’Acireale capita sui piedi di Savanarola, che tenta la botta da centro area, ma Latella è attentissimo. Al 74′ l’Acireale rimane in 10, quando De Pace atterra al limite dell’area, Mascari lanciato a rete. Ne deriva al 75′ una punizione, che grazie ad uno schema studiato in settimana, si trasforma in gol per il Paternò. A questo punto, c’è la reazione d’orgoglio dei granata, che trova il pari al 79′ solo grazie ad un mezzo svarione della difesa paternese. Un lancio del portiere non viene capito bene da Bontempo, che sfiora la palla, la sfera capita a Piccioni, che entra in area ed in diagonale batte Latella. Il Paternò non è domo ed all’84’ sfiora il raddoppio. Foderaro in mischia di testa coglie una clamorosa Traversa, la palla arriva a Cangemi che può tirare, ma viene platealmente sgambettato da un avversario. Il rigore è nettissimo, ma l’arbitro incredibilmente prende un abbaglio e non lo concede. Ma non è finita qui, ancora Savanarola per l’Acireale all’86’ impegna Latella,mentre al 91′ Foderaro serve Camara in area, il quale non se la sente di tirare al volo di sinistro, tenta un dribbling, ma la difesa acese si salva. Grande Paternò, ed adesso testa mercoledì al Trapani.

TABELLINO:

ACIREALE – PATERNO’ 1-1

ACIREALE: D’Alterio 6.5, Todisco 5.5, De Pace 5, Savanarola 7, Cristiani 6 (85′ Viglianisi s.v.), Cannino 5.5, Piccioni 6.5, Russo 5.5, Cadili 5.5, Garetto 5, Tumminelli 5. A disposizione: Ruggiero, Figliomeni, De Souza, Cesarano, Cottone, Brumat. All.: Fabio De Sanzo 5.5.

PATERNO’: Latella 6.5, Bisconti 6.5 (88′ Mustacciolo s.v.), Guarnera 6.5, Basualdo 7, Dama 7, Bontempo 6.5, Castorina 6.5, Puglisi 6, Mascari 6.5 (80′ Foderaro 7), Cangemi 7, Camara 6.5. A disposizione: Tripoli, Viaggio, Mangiameli, Di Bella, Rizzo, Zappalà, Pappalardo. All.: Alfio Torrisi 7.

ARBITRO: Antonio Liotta di Castellammare di Stabia (NA) 5.5. Assistenti: Alessandro Marchese di Napoli 5.5 e Romualdo Piedipalumbo di Torre Annunziata (NA) 5.5.

RETI: 75′ Cangemi, 79′ Piccioni.

NOTE: Partita giocata ad Aci S. Antonio per indisponibilità del “Tupparello”, a porte chiuse per disposizione prefettizia. Espulso al 74′ De Pace per fallo da ultimo uomo e Ruggiero al 95′ dalla panchina per proteste, entrambi dell’Acireale. Ammoniti: Todisco, Cristiani, Piccioni, Russo e Cadili per l’Acireale, Cangemi, Puglisi e Mustacciolo per il Paternò. Angoli: 4-3 per il Paternò. Recuperi: pt 0′, st 5′.

PAGELLE:

Latella 6.5: Non ha assolutamente colpa nel gol, negli altri interventi, si è fatto trovare sempre pronto e reattivo.

Bisconti 6.5: Altra ottima prestazione, totalmente priva di sbavatura, la sua crescita è continua ed inarrestabile. Dall’88’ Mustacciolo s.v.: Troppo poco in campo per essere giudicato.

Guarnera 6.5: Gioca esterno di sinistra e lo fa molto bene, rischiando poco o nulla.

Basualdo 7: Ha il solo difetto di esagerare nei dribbling, ma per il resto dai sui piedi esce musica.

Dama 7: E’ stato autore di una prestazione brillantissima, giocando con grande autorità, ma d’altronde lo avevamo già detto, lui dietro può giocare ovunque!

Bontempo 6.5: Anche questa volta stava giocando divinamente, tanto da meritare l’8, purtroppo però una piccola sbavatura ha permesso il pareggio acese.

Castorina 6.5: Pian piano si sta inserendo e bene nella squadra, devo soltanto irrobustirsi e subire meno la fisicità degli avversari.

Puglisi 6: Un passo indietro rispetto a domenica scorsa, ma ha comunque giocato una buona partita.

Mascari 6.5: Rientrava da titolare e lo ha fatto con la sua solita grinta, ma doveva e poteva segnare. Dall’80’ Foderaro 7: E’ in una condizione strepitosa e tutto quello che tocca diventa oro.

Cangemi 7: Non solo il gol, ma anche tanti inserimenti e buona interdizione, anche lui è in un ottimo stato di forma.

Camara 6.5: Meno brillante del solito, ma sempre pericolosissimo.

Mister Torrisi 7: Stava per compiere l’ennesimo capolavoro, purtroppo questa volta non è riuscito, ma ha dimostrato sul campo, che la sua squadra gioca da primatista e non ha paura di nessuno!

INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY DI TURI ANICITO:

I capitani Bontempo e Savanarola a centrocampo (© Foto Anicito)
Ottima prova per Bisconti (© Foto Anicito)
La squadra che ha affrontato l’Acireale (© Foto Anicito)
Samuel Puglisi, ritornato al Paternò dopo essere stato a Giarre(© Foto Anicito)
Il giovane e sgusciante Dennis Castorina (© Foto Anicito)
L’azione pericolosa di Mascari dopo appena 20 secondi di gioco (© Foto Anicito)
Carmelo Guarnera in anticipo (© Foto Anicito)
La super parata di D’Alterio su Mascari (© Foto Anicito)
Stacco perentorio d capitan Bontempo (© Foto Anicito)
La punizione di Cangemi finisce in gol (© Foto Anicito)
Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: