NewsPaternò

Una doverosa precisazione del Consigliere Sciacca sull’incontro dello scorso 22 maggio

Riceviamo e pubblichiamo: “Al Presidente ad interim del Consiglio Comunale di Paternò Cons. Martina Ardizzone .

OGGETTO: INCONTRO DEL CONSIGLIO COMUNALE CON IL SINDACO IN DATA 22 MAGGIO 2020.

Le recenti vicende che hanno interessato il Presidente del Consiglio Comunale Dott. Filippo Sambataro, ossia la misura cautelare e la conseguente sospensione da Presidente del Consiglio e da Consigliere Comunale da parte di sua eccellenza il Prefetto, ritengo che nulla  hanno a che vedere con l’organo Istituzionale Consiglio Comunale. Si tratta di fatti strettamente personali, che certamente dispiacciono a livello umano ma su cui, a mio avviso, nessuno può avanzare giudizi ne in modo positivo ne in modo negativo , avendo già la Magistratura avviato le indagini, e sul cui lavoro personalmente ho piena fiducia. Mi stranisce la convocazione del Consiglio Comunale da parte del Sindaco, essendo il Consiglio Comunale l’organo di Governo che rappresenta l’intera Città e solo il Presidente del Consiglio, o chi ne fa le funzioni , può convocare il Consiglio Comunale. Mi stranisce altresì, che l’incontro convocato indebitamente dal Sindaco sia stato disertato dalla sua stessa maggioranza, solo 3 Consiglieri di maggioranza infatti erano presenti, e che all’incontro si sia parlato esclusivamente della vicenda del Dott. Filippo Sambataro, che ripeto risulta essere una vicenda del tutto personale che non rientra nella sfera politica cittadina e men che meno del Consiglio Comunale. Nella fattispecie, sono stato assente all’incontro del 22 maggio 2020, e attraverso i media ho appreso che Il Sindaco e qualche consigliere, hanno espresso in modo imbarazzante più che  una semplice solidarietà, esprimendosi a nome di tutto il Consiglio Comunale senza averne minimamente  titolo, con il risultato a mio modesto parere di dare a priori una valutazione  dell caso attualmente  in contrasto con il lavoro che sta svolgendo la Magistratura e  per il quale mi ripeto ho piena fiducia. Alla luce di quanto su espresso, pur toccato  e dispiaciuto a livello umano dalla vicenda personale del Dott. Filippo Sambataro, comunico a questo Consiglio Comunale la mia presa di distanza dalle affermazioni del Sindaco e di altri che hanno parlato a nome e per conto del civico consesso  di cui faccio parte,   e mi dissocio da tali valutazioni. Diffido chiunque a parlare per nome e per conto del Consiglio Comunale, essendo questa prerogativa esclusiva del Presidente. tanto si doveva”.

Paterno’, 26 Maggio 2020

     Consigliere Comunale Sciacca Giuseppe Alfio

Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: