NewsPaternòPaternò SportSport

Finisce 2-1 per il Teramo l’andata, si deciderà tutto al ritorno

Grande prova d’orgoglio del Paternò che nell’andata delle semifinali di Coppa Italia dilettanti, perde 2-1 a Teramo, ma lascia aperto il discorso qualificazione grazie al gol messo a segno da Asero. Partita ben giocata dai rossazzurri, i quali adesso hanno la possibilità di riposarsi qualche giorno e di preparare la partita di ritorno al meglio. il 3 Aprile, lo stadio “Falcone-Borsellino” dovrà essere una bolgia, più di quello che c’è stato per il Manduria e più di quello che si è visto negli ultimi anni, perchè battere il Teramo, aprirebbe le porte della finale al Paternò e quindi la possibilità di giocarsi la serie D in una partita. Nell’altra semifinale, infatti la Solbiatese ha espugnato per 2-1 il campo dell’Atletico BMG, ma un pò sapevano, che è quella tra Paternò e Teramo, la vera finale del torneo e giocarla in 180 minuti, non è come farlo in gara unica. La dimostrazione che il Paternò non fosse una “Squadretta” c’è stata e senza timore è arrivata una sconfitta, ma anche il gol di Asero, che può davvero permettere ai rossazzurri di qualificarsi. Appuntamento dunque il 3 aprile al “Falcone-Borsellino” per vincere a tutti i costi e preparare dunque le valigie per Firenze.

Partita maschia e ben giocata, ma sbloccata al 10′ dai padroni di casa, quando Vanzan coglie l’angolino dove Romano non può arrivare. La reazione del Paternò è suoi piedi di Belluso, ma la sua conclusione non sortisce alcun effetto. Ancora Belluso pericoloso al 36′, ma il portiere para. Il Paternò insiste ed al 42′ pareggia. Batti e ribatti in area, Cangemi respinge sui piedi di Asero, che trova il gol per i rossazzurri. Il secondo tempo inizia con la reazione del Teramo, prima ci prova D’Egidio, poi al 72′ eè il neoentrato Tourè a trovare il gran tiro dal limite che batte Romano. Il Paternò tenta una reazione, ma il tiro di Floro Valenca all’84’ scheggia la traversa. Finisce 2-1 per il Teramo, ma i giochi sono tutti aperti.

TERAMO – PATERNO’ 2-1 (Andata Semifinali)

TERAMO: Negro, Sanseverino, Cangemi, Pepe, Massarotti, D’Egidio (87′ Mercado), Ferraioli, Oses (55′ Tourè), Furlan, Santirocco (72′ Dos Santos), Vanzan. A disposizione: Di Donato, Cipolletti, Palmenteri, Cutuli, De Marcellis, Rei. All.: Marco Pomante.

PATERNO’: Romano, Panarello, Messina, Floro Valenca, Mollica (76′ Sangarè), Intzidis, Greco, Viglianisi (81′ Fratantonio), Micoli, Belluso (76′ Giannaula), Asero. A disposizione: Truppo, Napoli, Virgillito, Lo Monaco, Grasso. All.: Filippo Raciti.

ARBITRO: Marco Mammoli di Perugia. Assistenti: Stefano Orlando e Matteo Lauri (MO).

RETI: 10′ Vanzan, 42′ Asero, 72′ Tourè.

NOTE: 800 spettatori circa, tra cui una ventina provenienti da Paternò. Espulso al 92′ Fratantonio del Paternò per doppia ammonizione. Ammoniti: Vanzan, Massarotti, Ferraioli e Negro per il Teramo, Panarello per il Paternò. Recuperi: pt 3′, st 4′.

Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Check Also

Close
Close