NewsPaternò SportSport

Eroico Paternò nel pareggio di Castrovillari

Ottimo risultato per il Paternò che continua così il suo momento positivo. Al “Mimmo Rende” i rossazzurri giocano una partita con grande cuore, non mollando mai, neanche quando tutto sembrava perduto. In svantaggio nel primo tempo, a causa di un gol viziato da un fallo su Bontempo, il Paternò ha la forza di trovare il pareggio ad inizio ripresa, grazie ad un gran tiro di Piciollo, sfiora più volte il raddoppio, tra cui un’azione clamorosa con Aquino, ma inesorabilmente subisce il 2-1 su una ripartenza dei locali. Sembra tutto perso, quando Ankovic vince un rimpallo, serve Aquino che riporta in parità il punteggio. Eroico Paternò su un terreno di gioco ai limiti della praticabilità, ma soprattutto con la voglia di far bene e di stupire, nel tentativo di raggiungere una salvezza, che fino a qualche tempo fa, sembrava insperata. Adesso, il campionato osserverà una settimana di sosta, quindi si riprenderà il 2 aprile con lo scontro interno contro il S. Agata.

CRONACA:

Parte bene la squadra di casa che all’8′ ha una buona occasione. Punizione di Cosenza per la testa di Aceto, palla che finisce di poco alta. Ma è il Paternò a rendersi pericoloso al 21′, quando Piciollo serve Aquino, dribbling, quindi assist per Ankovic, che però tradito dalle precarie condizioni del terreno di gioco, calcia addosso al portiere. La reazione dei padroni di casa non tarda ad arrivare ed al 23′ Dorato ben servito da Longo, da pochi passi, tira sopra la traversa. Al 33′ il Castrovillari si porta in vantaggio, Dorato vince un contrasto con Bontempo, in maniera poco ortodossa, l’arbitro lascia continuare, Dorato entra in area e lascia partire un destro, che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Pochi minuti dopo è ancora il Castrovillari a sfiorare il gol, quando Longo si libera al tiro, ma la traiettoria finisce sul palo. Lo stesso Longo ci riprova al 38′ da posizione impossibile, ma Mittica para. Nel secondo tempo il Paternò entra con un piglio diverso ed al 50′ arriva al pari. Angolo di D’Amore, Traorè stacca bene di testa, ma Caruso compie una prodezza, la palla arriva sui piedi di Piciollo, che scocca un tiro a fil palo, che s’insacca alle spalle del portiere. Il Paternò è in palla ed al 52′ ha il colpo del ribaltare il punteggio, quando Traorè serve Ankovic, palla per Aquino, che tutto solo davanti a Caruso, spara addosso al portiere. Il Paternò ha il pallino del gioco, ma non riesce a chiudere, ne approfitta il Castrovillari, che al 67′ sfiora il gol con Scandurra, quindi al 68′ trova il gol del momentaneo vantaggio. Dibari vince un contrasto con Bontempo, quindi si presenta davanti a Mittica e lo batte con un tiro millimetrico, che finisce sul palo e quindi in gol. Al 78′ il Paternò reagisce con una punizione di cozza, che serve TRaorè, palla per Saverino, che però calcia alto. Il Paternò non demorde ed all’88’ raggiunge l’obiettivo. Ankovic vince un rimpallo, palla di testa per Aquino, che s’invola verso Caruso e lo batte con un tiro a giro

CONSIDERAZIONI:

Questa volta il Paternò non ha potuto giocare come ci ha dimostrato nelle ultime occasioni e questo perchè il terreno di gioco del “Mimmo Rende” era in pessime condizioni. Questo a dimostrazione per i benpensanti e per chi parla a vanvera che la scelta di giocare a Biancavilla per il Paternò è fondamentale per raggiungere la salvezza.

TABELLINO:

CASTROVILLARI – PATERNO’ 2-2

CASTROVILLARI: Caruso 6.5, Mirabelli 6.5, Cosenza 6, Longo 7, Scandurra 5.5, Dorato 6.5, Brignola 6, Popolo Genesi 5.5, Asslani 5.5, Dibari 6.5 (86′ Santangelo s.v.), Aceto 6 (79′ Anzilotta s.v.). A disposizione: Latella, Bonfiglio, Janneh, Azzaro, Cervillera, Romanelli, Russi. All.: Tommaso Napoli 6.

PATERNO’: Mittica 6, Asero 6, De Vivo 5.5 (49′ Traorè 6.5), Cozza 6.5, Bontempo 6, Dama 6.5 (78′ Distefano s.v.), Aquino 7, D’Amore 6, Ankovic 6.5 (89′ Guarnera C. s.v.), Saverino 6, Piciollo 7 (64′ Guarnera A. 6). A disposizione: Coriolano, Dembele, Messina, Morasca, Diakhatè. All.: Giovanni Campanella 7.

ARBITRO: Daniele Cravotta di Città di Castello (PG) 5.5. Assistenti: Francesco Minerva (LE) 6.5 e Alessandro Tangaro (Molfetta BA) 6.5.

RETI: 33′ Dorato, 50′ Piciollo, 68′ Dibari, 88′ Aquino.

NOTE: Pochi spettatori presenti. Terreno di gioco in pessime condizioni. Ammoniti: De Vivo per il Paternò, Dibari, Aceto e Dorato per il Castrovillari. Angoli: 2-2. Recuperi: pt 0′, st 4′.

PAGELLE:

Mittica 6: Non ha nessuna colpa sui gol subiti, ma è sempre una garanzia.

Asero 6: Condizionato dal terreno di gioco, non ha dato il meglio di sè.

De Vivo 5.5: Parte male beccando un giallo quasi subito, ma non è il solito. Dal 49′ Traorè 6.5: Entra benissimo, sfiora il gol, sforna assist. Bravo!

Cozza 6.5: La sua crescita continua si vede anche in un campo ai limiti della praticabilità come quello di oggi.

Bontempo 6: Non era il solito, sul primo gol, subisce fallo ma l’arbitro lascia proseguire, sul secondo, non è stato preciso, ma poi mette in campo la grinta e guida la sua squadra al pari.

Dama 6.5: Dalle sue parti non si passa e considerato che era claudicante, la sua prova è stata ottima. Dal 78′ Distefano s.v.: Pochi minuti in campo.

Aquino 7: E’ mobilissimo e come sempre è in grado di diventare pericolosissimo. Si divora un gol, ma poi si riscatta trovando il pareggio.

D’Amore 6: Ci aveva abituato bene, ma oggi è stato meno brillante del solito.

Ankovic 6.5: Solito grande lottatore, ha il merito di servire l’assist per il 2-2. Dall’89’ Guarnera C. s.v.: Entra per rinforzare la difesa.

Saverino 6: Anche lui meno brillante del solito, ma è comunque un motorino a centrocampo.

Piciollo 7: Giocatore dalla classe di categoria superiore, trova un gol incredibile. Dal 64′ Guarnera A. 6: Rinforza il reparto arretrato giocando come sa fare.

Mister Campanella 7: Questa squadra non molla mai e lo dimostra partita dopo partita, oggi condizionata più dal terreno di gioco, che dagli avversari, ha avuto una reazione da team che merita la salvezza.

INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY:

Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Check Also

Close
Close