NewsPaternò SportSport

La traversa frena il Paternò!

Anno nuovo, vita nuova per il Paternò che si presenta al girone di ritorno con una squadra quasi completamente rinnovata e con l’ambizione di recuperare il terreno perduta, ma oggi contro il Real Aversa, la sfortuna ed un super portiere, hanno negato ai rossazzurri la gioia dei 3 punti. E dire che la formazione paternese si era presentata con tanta voglia di fare bene, con gli innesti di Diakhate a centrocampo e Piciollo in attacco, ma questo non è bastato ed alla fine ci si è dovuti accontentare del pareggio a reti bianche. Risolto il problema della difesa, con il Paternò che era ampiamente la difesa più battuta del campionato, oggi permane ancora quello dell’attacco. Il neo acquisto Piciollo è un buon giocatore, si muove bene, ha un buon tiro, ma non è una prima punta, Bamba cerca di dare il massimo, ma è poco concreto, mentre Dembele non riesce a dare il meglio di sè. Distefano invece è ancora fermo ai box con il polso fratturato. Da ciò si deduce che se il Paternò vuole salvarsi, deve necessariamente comprare una prima punta, un attaccante d’area di rigore, capace di far valere il proprio fisico e di contrastare gli arcigni difensori, presenti in questa categoria, fino a quando la società non poterà un attaccante del genere, le speranze di raggiungere la salvezza, sono davvero basse! Dispiace fare questa considerazione, ma è lo specchio della realtà, dato che il gioco espresso non è brillantissimo, le fasce, tranne lo sgusciante Asero, non sono ficcanti, e la cabina di regia non da i risultati voluti. Diakhaté è un ottimo giocatore, ma è ancora a corto di preparazione, Piciollo è una buon esterno che può giocare da seconda punta, ma il centravanti manca! Infine una considerazione, non secondario, il terreno di gioco non va, si vede che manca la manutenzione, cosa che non agevola assolutamente la corsa verso la salvezza!

CRONACA:

Parte subito forte il Paternò che al 3′ ha una buona chance con Dama, che devia di testa un cross di Cozza, ma il tiro finisce fuori. Quindi al 14′ ci prova Bamba, il cui tiro è deviato dalla difesa. Al 16′ Piciollo serve Bamba dentro area, ma a tu per tu con il portiere, controlla male, agevolando la parata del portiere. Al 26′ Asero serve una gran palla a Dama, colpo di testa, su cui il portiere Mariano si esibisce in una parata spettacolare, salvando la propria porta. Al 36′ Diakhatè serve Bamba in profondità, ma al cospetto del portiere, prova un tiro che viene salvato dall’estremo difensore aversano. Al 38′ Piciollo serve Bamba in area, il giovane attaccante viene tirato per la maglia, ma l’arbitro lascia proseguire. Nel secondo tempo al 49′ si vedono gli ospiti con un tiro di Cavallo che Amata respinge in due tempi. Al 52′ Mariano è ancora decisivo su Bontempo, che colpisce a botta sicura, ma il portiere respinge. Al 66′ occasionissima per il Paternò con Bamba lanciato da Diakhatè, che tenta il pallonetto, ma clamorosamente non inquadra la porta. Brivido per i rossazzurri al 76′, quando Schiavi calcia un corner, che finisce sul palo, quindi esce e la conclusione di Visconti è alta. Al 77′ è invece il Paternò ad avere un’altra ghiotta occasione, quando Bamba fugge sulla destra, entra in area, serve Dembelè, che da pochi passi, tocca, ma il tiro è debole, permettendo così l’ennesimo miracolo di Mariano. Infine al 91′ Dembelè serve Saverino, gran tiro al volo che si infrange sulla traversa, la palla rientra in campo, Diakhatè tenta la rovesciata, ma la palla finisce fuori. Peccato, ma se la partita si fosse giocata su un terreno in ottime condizione e con un centravanti di ruolo, oggi staremmo commentando una vittoria molto più ampia e non un pareggio.

TABELLINO:

PATERNO’ – REAL AGRO AVERSA 0-0

PATERNO’: Amata 6, Guarnera A. 6, Amorello 6, Cozza 5.5, Guarnera C. 6, Bontempo 6.5, Dama 6, Diakhatè 6.5, Bamba 6.5, Piciollo 5.5 (68′ Saverino 6.5), Asero 6.5 (61′ Dembelè 5.5). A disposizione: Mittica, Santapaola, Traorè, Timmoneri, Viaggio, Messina, Aquino. All.: Davide Boncore 5.5.

REAL AGRO AVERSA: Mariano 8, Visconti 6, Scognamiglio 5.5 (80′ Vitiello s.v.), Falivene 5.5 (46′ Crispino 6), Russo V. 6, Bonfini 6.5, Cavallo 6 (60′ Gassama 5.5), Russo D. 6 (90′ Romano s.v.), Strianese 5.5, Formicola 5.5, Schiavi. A disposizione: Russo A., Nespoli, Boggia, Petricciolo. All.: Antonio Maschio 5.5.

ARBITRO: Alessio Vincenzi di Bologna 6. Assistenti: Massimo Cirillo 6 e Giulio Pancani 6 di Roma.

NOTE: 300 spettatori circa, in una giornata di sole. Espulso al 90′ l’allenatore del Real Aversa, Maschio per proteste. Ammoniti: Falivene, Russo V. e Schiavi per il Real Aversa, Guarnera C. per il Paternò. Angoli: 5-4 per il Paternò. Recuperi: pt 0′, st 6′.

PAGELLE:

Amata 6: E’ stato impegnato poco e quando lo hanno fatto, si è fatto trovare pronto.

Guarnera A. 6: Sta crescendo e diciamo che ha ben giocato, non lasciando scampo ai propri avversari.

Amorello 6: Buona partita, giocata con tanto sacrificio, peccato che con i piedi non sia una cima, ma è bravo e volenteroso.

Cozza 5.5: Stiamo ancora aspettando il miglior Cozza. Sbaglia a calciare dalla bandierina ed a volte è impreciso anche nelle punizione. Sappiamo che le sue potenzialità sono tante, ma ancora non è il Cozza visto due anni fa.

Guarnera C. 6: Il solito grande guerriero, che dà l’anima per la maglia della squadra della propria città!

Bontempo 6.5: Il capitano è sinonimo di qualità, grinta e professionalità, magari ci fosse stato dall’inizio. Infanto sono già due le partite senza gol subiti!

Dama 6: Noi lo preferiamo da difensore, anche se lui gioca più avanti. Nei colpi di testa è pericoloso, ma palla ai piedi deve ancora migliorare.

Diakhatè 6.5: E’ un grande giocatore, uno di quelli che appena lo vedi, capisci che può veramente farti fare il salto di qualità, ma deve ancora crescere nella condizione atletica.

Bamba 6.5: Se questo ragazzo avesse la precisione nei piedi, avremmo di fronte un piccolo campione, ma purtroppo non è così. Oggi si è sacrificato, è stato pericoloso, ma quel pallonetto col portiere in uscita doveva trasformarlo in gol!

Piciollo 5.5: E’ arrivato solamente ieri e già è stato messo in campo. Ha grande tecnica ed è piaciuto subito, ma poi è calato alla distanza. Ottimo come esterno o seconda punta, ma non come centravanti. Dal 68′ Saverino 6.5: Stava per regalare i 3 punti alla propria squadra, ma la traversa gli ha negato questa gioia.

Asero 6.5: Non abbiamo capito la sostituzione anticipata, perchè stava giocando benissimo, come sempre. Dal 61′ Dembelè 5.5: Si è divorato un gol pazzesco. Per il resto, si muove bene, ma non è ancora incisivo.

Mister Boncore 5.5: Sono troppo pochi 2 punti i 5 partite. Sì, è vero la squadra è stata rivoluzionata, è ancora in fase di ristrutturazione, ma è il gioco che non riusciamo ad intravede. Vorremmo sbagliarci, perchè conosciamo le sue qualità, ma è arrivato il momento di fare punti importanti.

INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY DI TURI ANICITO:

Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: