NewsPaternò SportSport

Il combattivo Paternò pareggia 1-1 contro tutto e tutti!

Perchè contro tutto e tutti? Una domanda che in tanti si saranno chiesti al momento di aver letto il titolo, ma che non possiamo titolare diversamente, in quanto oggi abbiamo assistito ad un Paternò- Resto del Mondo ed il pareggio equivale ad una vittoria, anche di più, perchè ottenuto con grande sacrificio da parte dei giovani rossazzurri. Tra l’infortunio di Bontempo, l’espulsione di Raia e la confusione della terna arbitrale, arrivare a non perdere è stato un trionfo, anche perchè alla fine, leggendo il tabellino, sembrava di stilare un bollettino di guerra. Il Paternò ha concluso la gara con 6 juniores, con giocatori in dei ruoli improvvisati, ma che dinnanzi ad un emissario del selezionatore della rappresentativa, hanno sciorinato, una prestazione maiuscola, gagliarda, quella che fa esaltare i tifosi e lascia la consapevolezza che tra la bravura del mister che li allena e li mette bene in campo e la capacità di questi ragazzi, il futuro è solamente roseo e non nero. Di certo, per le prossime partite, si dovrà intervenire nel mercato, soprattutto perchè non si sa l’entità degli infortunio, ma al momento tra indisponibili, squalificati e infortunati, la prossima partita il Paternò la dovrà giocare con l’assenza di Cozza, Distefano, Truglio, Bontempo, Raia, Mazzotti e forse anche La Piana, che è uscito malconcio dal terreno, insomma una vera e propria ecatombe di giocatori paternesi. E il Biancavilla? Ha giocato la sua onesta partita, ha avuto il merito di trovare l’immediato pareggio, ma la stanchezza nel secondo tempo ha preso il sopravvento e nel finale i giocatori di Pidatella erano praticamente sulle gambe. Unica pecca dei gialloblù, l’episodio in cui con il portiere Cavalli a terra, Lautaro Schinnea ha continuato e solo per sua imprecisione non ha segnato, ma se lo avesse fatto, ci saremmo trovati dinnanzi ad un atto di grande antisportività. Altra considerazione, ma non meno importante, perchè nessuno del Biancavilla si è presentato in tribuna stampa? Misteri che non fanno onore a chi rappresenta una comunità come quella biancavillese ed un Presidente galantuomo come l’avv. Furnari. Guardando avanti, c’è innanzitutto da acquistare qualche giocatore, soprattutto in difesa, quindi considerare se si disputerà la partita contro il Marina di Ragusa, domenica prossima, dato che gli iblei al momento sono out per problemi con il Covid, quindi ci sarà da considerare, se si giocherà direttamente contro l’Acireale o prima si disputerà il recupero contro il Troina. Insomma, tra recuperi, infortuni, covid e rinvio è davvero una situazione caotica ed incerta.

CRONACA:

Neanche il tempo di fischiare il calcio d’inizio, che Bontempo s’infortuna e quindi al 5′ deve uscire in barella per Raia. La prima azione pericolosa è per il Biancavilla, quando Giordano Santapaola viene pescato in area da Ancione, ma il tiro dell’esterno finisce fuori. Il Paternò si vede al 19′ con La Piana, cross al centro per Khoris, l’impatto col pallone c’è, ma la sfera finisce fuori. Al 25′ Paternò pericolosissimo, quando La Piana non se ne approfitta dell’uscita a vuoto di Genovese, quindi sul successivo corner di Manfrè, ildifensore Raia, anticipa tutti di testa, ma Genovese questa volta è bravo nel salvare la propria porta. Il gol è nell’area, ed al 27′ Khoris viene servito in area, ma Porcaro nel tentativo di anticiparlo, lo tiene dalla maglia e non gli permette di intervenire. Il rigore è solare, l’arbitro per un attivo tentenna, poi guardando il guardalinee lo assegna. Dal dischetto, lo specialista La Piana non sbaglia. Nel frattempo sulla fascia, destra è viva la battaglia tra i fratelli Santapaola, battaglia ampiamente vinta dal paternese Gabriel sul biancavillese Giordano, il quale non ha letteralmente fatto toccare palla al fratello! Il Paternò, commette però l’unica leggerezza della partita al 30′, quando sugli sviluppi di un corner di Ancione, Lucarelli, in torsione, riesce ad anticipare tutti ed a mettere la palla laddove Cavalli non può arrivare. Peccato per un pareggio evitabile… Al 43′ Biancavilla pericoloso, con Viglianisi pescato dentro l’area, ma l’ex capitano del Paternò non riesce a dare movimento alla palla. Al 44′ però avviene l’imponderabile. Il Paternò attacca, Scapellato cade e rimane a terra, La Piana però invece di buttare fuori la palla, continua a giocare, l’azione continua e nel capovolgimento di fronte, Leotta viene fermato da Raia in scivolata. Il fallo c’è tutto, l’ammonizione sembra scontato, ed invece l’arbitro estrae il cartellino rosso, mandando così il Paternò all’inferno! Nella ripresa è eroica la resistenza del Paternò, ma dopo un inizio scoppiettante dei gialloblù, nei ragazzi di Pidatella subentra la stanchezza. Al 59′ Mazzotti salva di testa un tiro biancavillese, quindi al 63′ Guarnera serve Khoris in area, ma la conclusione è alta. Biancavilla pericoloso con Porcaro al 67′, ma la conclusione del difensore finisce alto. Al 79′ il Paternò lavora un bel pallone con La Piana, passaggio filtrante in area per Khoris, ma la palla viene intercettata con una mano da Guerriera, il rigore è lampante, anche secondo le dinamiche arbitrale degli ultimi tempi, ma incredibilmente il fiorentino Zoppi lascia proseguire. Sul rilancio, la difesa rossazzurra tra le proteste, è scoperta, Cavalli interviene sulla trequarti, anticipando Lautaro Schinnea, ma candendo si fa male e rimane esamine sul terreno di gioco. A questo punto, tutti si aspettano che l’azione venga interrotta dall’arbitro o quanto meno, che la palla venga buttata fuori, ed invece Schinnea prosegue, e solo per sua imprecisione non segna. L’arbitro poi, ritornando sui propri passi, assegna la punizione al Paternò. Gli ultimi 10 minuti, il Paternò tiene, il Biancavilla è stanco, 1-1 e risultato che premia la caparbietà dei giovani paternesi.

TABELLINO:

PATERNO’ – BIANCAVILLA 1-1

PATERNO’: Cavalli 7, Mazzotti 7, Bontempo s.v. (5′ Raia 6), Manfrè 6.5 (46′ Guarnera 7), Khoris 7, La Piana 6.5, Scapellato 6.5 (75′ Aureliano s.v.), Maiorano 6.5, Puglisi S. 6.5, Puglisi M. 6.5, Santapaola Ga. 7. A disposizione: Spataro, Coniglione, Barbaro, Bruzzo, Distefano, Zappalà. All.: Gaetano Catalano 7.

BIANCAVILLA: Genovese 6, Guerriera 6, Mazzeo 5.5, Viglianisi 6, Maimone 6 (72′ Guerci s.v.), Lucarelli 6.5, Porcaro 6, Santapaola Gi. 5 (66′ Leonardi 5.5), Mollica 5, Ancione 6.5, Leotta 6 (66′ Lautaro Schinnea 5.5). A disposizione: Amata, Nicolosi, Castiglia, Lo Iacono. All.: Orazio Pidatella 6.

ARBITRO: Andrea Zoppi di Firenze 5. Assistenti: Ivan Melnychuk di Bologna 6 – Leonardo Rossi di Genova 6.

RETI: 28′ La Piana (Rig.), 30′ Lucarelli.

NOTE: Partita giocata a porte chiuse per disposizioni Covid. Espulso al 44′ Raia per gioco pericoloso. Ammoniti: Mazzotti, Puglisi S. e Puglisi M. per il Paternò, Santapaola G. e Guerriera per il Biancavilla. Infortunio al 2′ per Bontempo, uscito in barella. Angoli: 6-3 per gli ospiti. Recuperi: pt 2′, st 4.

PAGELLE:

Cavalli 7: Una sicurezza, non sbaglia un colpo ed è uno dei valori aggiunti di questa squadra.

Mazzotti 7: Peccato per il giallo che gli costerà la prossima partita, per il resto, la sua prestazione è stata eroica!

Bontempo s.v.: Un vero peccato il suo infortunio, la speranza è che non sia nulla di grave. Dal 5′ Raia 6: Stava giocando una gran partita, seppur entrato in corsa, peccato per l’espulsione, un pò troppo eccessiva.

Manfrè 6.5: Quando punta l’uomo è mortifero, riesce sempre a dare superiorità alla sua squadra, peccato che per l’espulsione, è stato sacrificato per un difensore. Dal 46′ Guarnera 7: E’ come una campana, quando lo tocchi suona, eccome se suona. Entra a partita in corso per giocare in un ruolo non suo, ma risponde alla grande, non sbagliando una sola palla. Bravo!

Khoris 7: Generoso in campo, fa a sportellate con tutti, si guadagna un calcio di rigore e lotta tutta la partita contro 4 difensori.

La Piana 6.5: Impeccabile dal dischetto, aveva anche conquistato un secondo rigore, peccato che l’arbitro non l’abbia accontentato, per il resto grande sacrificio anche per lui.

Scapellato 6.5: Altro giovane gladiatore, che quando va palla al piede riesce a dar filo da torcere a chiunque, pur giocando in un ruolo suo, ha ben interpretato la mansione affidatagli da Catalano. Dal 75′ Aureliano s.v.: In campo entra solo per un quarto d’ora, ma si fa apprezzare.

Maiorano 6.5: a volte è lento nella manovra, ma lui è un irriducibile, uno che non molla mai e che per questa squadra è assolutamente indispensabile.

Puglisi S. 6.5: Giocava da vice-Truglio e così come fatto domenica scorsa, ha ben interpretato il compito e per un 2002, parliamo di grandi cose.

Puglisi M. 6.5: Non al top come lo scorso mercoledì, ma dalle sue parti non si passa e Lucarelli l’ha capito benissimo, tanto che il gol l’ha fatto su corner.

Santapaola Gabriel 7: Così come abbiamo scritto, ha vinto la sfida in famiglia contro il fratello, ma al di là di questo, è il padrone assoluto della fascia, gioca con personalità e precisione, ma soprattutto con intelligenza. Meriterebbe di essere convocato in rappresentativa subito!

Mister Gaetano Catalano 7: Squadra ben messa i campo, ha il merito di far giocare questa squadra a calcio e di dare a questi ragazzi una fiducia, che viene ben ripagata.

INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY DI TURI ANICITO:

La formazione del Paternò che ha affrontato il Biancavilla (© Foto Anicito)
I capitani e la terna arbitrale (© Foto Anicito)
La panchina del Paternò (© Foto Anicito)
Gabriel Santapaola e Salvo Maimone (© Foto Anicito)
Il tiro di Giordano Santapaola finisce fuori (© Foto Anicito)
Jonis Khoris in azione (© Foto Anicito)
Matteo Manfrè Cataldi pronto a saltare l’uomo (© Foto Anicito)
Maiorano salva di testa la propria porta (© Foto Anicito)
Khoris è tirato giù da Porcaro, il rigore è netto! (© Foto Anicito)
La Piana spiazza Genovese (© Foto Anicito)
L’esultanza di Calogero La Piana (© Foto Anicito)
Lucarelli colpisce di testa per il pareggio del Biancavilla (© Foto Anicito)
Manfrè e La Piana (© Foto Anicito)
L’arbitro espelle Raia (© Foto Anicito)
Mazzotti si sostituisce al portiere (© Foto Anicito)
Cavalli esce con i pugni per anticipare tutti (© Foto Anicito)
Guarnera, autore di una bella prova (© Foto Anicito)
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: