NewsPaternòRegione

Nuovo Dpcm. Domande e risposte cosa si può e non si può fare

Del decreto appena approvato ci sono tante domande, ma di certo fa notizia il coprifuoco alle 21, che potrebbe essere deciso dai sindaci, nelle zone della movida dove si verificano assembramenti, riunioni nella Pa solo a distanza, vietate le tavolate nei ristoranti e i convegni in presenza. Alle superiori forme flessibili nell’organizzazione della didattica: incremento della didattica digitale, spinta ai turni pomeridiani e ingresso a partire dalle 9. Palestre in prova per una settimana: resteranno aperte solo se si adegueranno in una settimana ai protocolli di sicurezza anti-Covid. No a sagre e fiere di paese, sì solo a manifestazioni fieristiche a carattere nazionale o internazionale. Le nuove misure sono in vigore a partire da oggi 19 ottobre e fino al 21 novembre. Fanno eccezione solo le disposizioni contenute nell’articolo 1, comma 1, lettera d), n. 6, fra cui la didattica più flessibile le scuole superiori e le norme sull’esame di guida,che entrano in vigore il 21 ottobre. Ecco una serie di domande e risposte sulle nuove regole da rispettare, riprese dal sito del Sole24 ore:

ASSEMBRAMENTI E MOVIDA

Scatta il coprifuoco la sera nelle zone della movida?

Il dpcm prevede che i sindaci possano disporre la chiusura di vie o piazze dei centri urbani, dalle 21, nelle zone dove si potrebbero creare assembramenti. Resta possibile in queste zone l’accesso e il deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

RISTORANTI, PUB E BAR

Posso organizzare una cena al ristorante fino all’una di notte?

No, solo fino a mezzanotte.E senza lunghe tavolate. In base al nuovo dpcm le attività dei servizi di ristorazione – e quindi bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie – sono consentite dalle ore 5 del mattino sino alle ore 24 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18 in assenza di consumo al tavolo. Il ristorante deve esporre all’ingresso del locale un cartello con il numero massimo delle persone ammesse contemporaneamente nel locale.

Nel mio locale non è possibile la consumazione al tavolo. Che orario devo osservare?

Le attività dei servizi di ristorazione sono consentite dalle ore 5 del mattino sino alle ore 18 in assenza di consumo al tavolo.

É possibile l’asporto di cibo da un ristorante?

La ristorazione con asporto è consentita fino alle ore 24, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Le attività di ristorazione in base al nuovo dpcm sono attive dalle 5 del mattino alle ore 24.

É consentita la ristorazione con consegna a domicilio?

La ristorazione con consegna a domicilio è consentita, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto. Le attività di ristorazione in base al nuovo dpcm sono attive dalle 5 del mattino alle ore 24.

I servizi di ristorazione nella aree di servizio o negli ospedali restano aperti?

Restano aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

SCUOLA

Quali sono le modalità di svolgimento delle lezioni nei licei e negli istituti tecnici?

Per contrastare la diffusione del contagio, previa comunicazione al ministero dell’Istruzione da parte delle autorità regionali, locali o sanitarie delle situazioni critiche e di particolare rischio riferito ai specifici contesti territoriali, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo
grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza. Intervento sugli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani. L’ingresso non avverrà in ogni caso prima delle ore 9. Entrata in vigore della norma il 21 ottobre.

La scuola d’infanzia e del primo ciclo di istruzione si svolge in presenza?

Sì, l’attività didattica ed educativa del primo ciclo di istruzione e della scuola d’infanzia continua a svolgersi in presenza.

Come avverrà il rinnovo degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche?

Il rinnovo degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche può avvenire secondo modalità a distanza nel rispetto dei principi di segretezza e libertà della partecipazione alle elezioni. La norma entra in vigore il 21 ottobre.

Le riunioni degli organi collegiali scolastici devono svolgersi in presenza?

Il base al dpcm possono svolgersi a distanza o in presenza, in base alla possibilità di garantire il distanziamento fisico e la sicurezza del personale convocato. La norma entra in vigore il 21 ottobre.

Sono consentiti i corsi di formazione per medici?

Sono consentiti i corsi di formazione specifica in medicina generale e le attività didattico-formative degli Istituti di formazione dei ministeri dell’Interno, della Difesa, dell’Economia e delle finanze e della Giustizia. I corsi per i medici in formazione specialistica e le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie e medica possono in ogni caso proseguire anche in modalità non in presenza. Entrata in vigore della norma il 21 ottobre.

Sono consentiti i corsi di qualifica di istruzione e formazione professionale?

Sono consentiti gli esami di qualifica dei percorsi di Istruzione e formazione professionale, secondo le disposizioni emanate dalle singole regioni e i corsi di formazione da effettuarsi in materia di salute e sicurezza, a condizione che siano rispettate le misure di prevenzione anti-Covid dell’Inail. Per mantenere il distanziamento sociale è da escludersi qualsiasi altra forma di aggregazione alternativa. Entrata in vigore della norma il 21 ottobre.

CONVEGNI

Si possono organizzare convegni?

Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali. Fanno eccezione solo quelle che si svolgono con modalità a distanza.

CERIMONIE

Sono consentite le cerimonie pubbliche?

Sì, ma devono svolgersi nel rispetto di protocolli e linee guida vigenti, a patto che siano state prese misure per limitare la presenza del pubblico.

RIUNIONI

Le riunioni della pubbliche amministrazioni sono in presenza?

Nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono a distanza, a meno che sussistano motivate ragioni. Il dpcm raccomanda “fortemente” di svolgere a distanza anche le riunioni private.

Le riunioni private possono svolgersi in presenza?

Il dpcm raccomanda “fortemente” di svolgere anche le riunioni private a distanza.

Quali sono le regole per le riunioni degli organi collegiali scolastici?

Le riunioni degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado possono essere svolte in presenza o a distanza in base alla possibilità di garantire il distanziamento fisico e, di conseguenza, la sicurezza del personale convocato. la norma entra in vigore il 21 ottobre.

ESAMI DI GUIDA

É vero che possono essere sospese le prove pratiche di guida per conseguire la patente?

Sono consentiti i corsi abilitanti e le prove teoriche e pratiche effettuate alla motorizzazione civile e nelle autoscuole, i corsi per l’accesso alla professione di trasportatore su strada di merci e viaggiatori e i corsi sul buon funzionamento del tachigrafo, nonchè i corsi di formazione e abilitanti o comunque autorizzati o finanziati dal ministero delle Infrastrutture. In presenza di un aggravamento della situazione epidemiologica, per contenere la diffusione dell’infezione da Covid-19, sentito il presidente della regione o delle Regioni interessate, con decreto del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti è disposta la temporanea sospensione delle prove pratiche di guida da espletarsi nel territorio regionale. Proroga dei termini del foglio “rosa” per i candidati che non hanno potuto sostenere le prove. Questa normativa entra in vigore il 21 ottobre

SPORT

Sono consentite le competizioni che riguardano gli sport individuali e di squadra?

In base alle nuove regole sono consentiti gli sport individuali e di squadra riconosciuti a livello nazionale o regionale dal Coni, dal Comitato paraolimpico e dalle Federazioni sportive nazionali. In questi casi è consentita la presenza di pubblico del 15% rispetto alla capienza massima e comunque non oltre i mille spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e 200 al chiuso. A patto però che sia prevista la prenotazione e l’assegnazione del posto a sedere, con adeguato ricambio dell’aria, con distanziamento di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente. Obbligo di misurazione della temperatura all’ingresso e di indossare la mascherina. Regioni e province autonome potranno fissare, d’intesa con il ministero della Salute, limiti diversi in base alla capienza, purchè entro il 15% della capienza.

Possiamo organizzare una partita di calcetto fra amici?

No, il decreto prevede che lo svolgimento di sport di contatto sia consentito solo per sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o regionale. L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non c’è il via libera per gare e competizioni. Sono sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto di carattere ludico-amatoriale.

Le palestre e le piscine possono restare aperte?

Per ora sì, ma sono osservate speciali. Il premier Giuseppe Conte ha dato una settimana di tempo alle palestre e alle piscine per allinearsi ai protocolli di sicurezza. Poi saranno prese decisioni sulle chiusure per chi non rispetterà i protocolli.

SAGRE E FIERE

Nel mio paese ogni anno a ottobre organizzano la sagra delle castagne. Si potrà svolgere?

No, il dpcm vieta le sagre e le fiere di comunità. Sono consentite solo le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale.

Sono permesse le manifestazioni fieristiche di rilevanza nazionale o internazionale?

Sì, sono consentite, previa adozione di protocolli validati dal Comitato tecnico scientifico e con misure stringenti in grado di garantire il rispetto del distanziamento di un metro. Sono invece vietate le fiere di comunità.

SALE GIOCHI

É consentito l’ingresso in sala giochi alle 22?

No, il decreto prevede che le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo siano consentite dalle ore 8 alle ore 21, a condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento di queste attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che abbiano individuato i protocolli o le linee guida per prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore. Questi protocolli o linee guida sono adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali.

UNIVERSITÁ

Cosa cambia a livello di didattica nelle università?

Le università, sentito il Comitato Universitario Regionale di riferimento, predispongono, in base all’andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative tenendo conto dell’evoluzione del quadro pandemico territoriale e delle corrispondenti esigenze di sicurezza sanitaria. Queste disposizioni si applicano, per quanto compatibili,anche alle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica.

Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: