NewsPaternò

…e le sterpaglie bruciano

E’ notizia di oggi che all’interno del Velodromo (si fa per dire, dato che sappiamo trattatasi di un luogo disastrato), si è sviluppato un vasto incendio di sterpaglie, che per qualche ora ha reso ancora più triste, questa cattedrale nel deserto. Il velodromo, come tanti altri posti; ieri, infatti in un luogo popolato da molta gente, come le case popolari attigue il palazzo di città, si è creato un incendio, che poteva arrecare più di qualche danno, data la vicinanza alle abitazioni. Il fuoco, ha anche raggiunto uno dei maestosi pini piantati in zona, ma poteva sinceramente fare molti più danni. In giro, riceviamo molteplici segnalazioni di come diversi punti della città, siano letteralmente invasi dalle sterpaglie, e quindi parliamo di ipotetici luoghi dove si può innescare un incendio. La scorsa settimana, abbiamo sottolineato, come un luogo molto frequentato dai teen-ager di oggi, come piazza Caduti di Nassirija è, sia pieno di sterpaglie, che allo stesso tempo ridotto ad immondezzaio, ma sono tanti i luoghi così. Altri cittadini ci segnalano, che la villa Moncada è un vero e proprio paradiso delle sterpaglie, tanto che il rischio di incendio è molto alto, e qui il danno sarebbe incalcolabile, dato che parliamo di uno dei polmoni verdi della città. Non entriamo nel merito di questo luogo di ritrovo, siamo ancora in piena fase 2, anche se proprio il parco, a differenza di altri luoghi come supermercati, piazze, slarghi e altre zone della città, sarebbe un possibile luogo dove mantenere le distanze, risulterebbe più facile, per cui è lecito far sorgere il dubbio, che la chiusura e la poca manutenzione dei parchi di Paternò, abbia una natura diversa dalle disposizioni Covid…. Comunque sia, prima che Paternò si trasformi in un bel rogo, crediamo sia arrivato il tempo che l’amministrazione comunale affronti l’argomento con una certa decisione.

Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: