Paternò SportSport

Il Paternò bloccato sullo 0-0 dal Real Siracusa

Partita stregata, una di quelle in cui le occasioni sono davvero tante, ma la palla non ne vuol sapere di entrare in porta. A fine gara il rammarico è tanto, perchè l’avversario era davvero poca cosa, ma ha avuto il merito di giocare tutti e 90′ arroccato in difesa, e grazie ad un mix di fortuna, arbitro, portiere e imprecisione degli attaccanti, ha conseguito un vero e proprio record e cioè quello di non aver permesso al Paternò di segnare, cosa che non avveniva da 21 partite! Il gioco di oggi non è stato brillante, la manovra ha lasciato a desiderare soprattutto nel primo tempo e l’assenza di Cocuzza nei primi 50 minuti si è sentita, eccome se si è fatta sentire. A proposito del nostro bomber, il rammarico di oggi non è tanto nel risultato perchè alla fin fine, un punto muove sempre la classifica, il vantaggio sul S. Agata è sempre di 4 lunghezze, ma l’infortunio capitato a Totò Cocuzza. A proposito non sappiamo l’entità dell’infortunio ma speriamo bene. Adesso c’è seriamente da rimboccarsi le maniche, dalle prossime partite sarà vietato sbagliare assolutamente, e di sicuro il Paternò può partire da una certezza quasi assoluta, e cioè che in Lega e nell’ambiente circostante, tutti fanno il tifo per il S. Agata, arbitri compresi! Ai rossazzurri un rigore non lo danno neanche quando è evidente, mentre per i tirrenici si è perso il conto di quanti ne hanno ricevuti. Qui non vogliamo dire che il sig. Mattace Raso di Messina (guarda caso della stessa provincia….) sia prevenuto, a parlare sono i fatti, anzi i risultati: contro il Pedara, non ravvisa l’infortunio di Scapellato, all’andata arbitrò la stessa partita, non concesse un rigore al Paternò, oggi nonostante ci fossero alcune azioni sospette ha diretto sempre con lo stesso metro da fenomeno del fischietto… Questa considerazione è opportuna farla, perchè se il Paternò dovesse riuscire nell’impresa di vincere questo torneo, lo farà contro tutto e tutti! A proposito non sarebbe opportuno richiedere da qui alla fine del campionato la presenza di arbitri scambi? Andando al risultato, il pareggio è un ottimo momento per indurre una riflessione, basta più errori ed oggi sotto porta ce ne sono stati tanti! Per la cronaca infatti , dopo un iniziale tiro di Carioto parato dal portiere, al 23′ è Passewe a provarci da dentro area, ma il tiro è alto. Quindi al 30′ occasionissima, Privitera per Carioto, sponda per Bontempo che colpisce il palo, riprende Passewe, ma viene murato, quindi palla a Raimondi che calcia alto. Al 39′ invece gran cross di La Piana per Carioto, che anticipa Ulma, ma il colpo di testa finisce alto. Nella ripresa, Cortese si fa subito pericoloso, in più il Real Siracusa resta in 10 per l’espulsione di Ulma. Al 57′ gran tiro di Cocuzza, palla deviata in corner, quindi al 65′ punizione dello stesso Cocuzza che finisce di poco a lato. Al 70′ Baglione per Carioto, assist per Cortese, che però non trova la porta. Ancora Cortese al 72′, ma il colpo di testa viene salvato da Scordino. All’80’ Cocuzza per Raimondi, il portiere compie l’ennesimo miracolo, mentre all’84’ Baglione crossa al centro, sfiora Cocuzza, palla a Cortese che tira di prima intenzione, ma Scordino para! Il Paternò assedia la porta di Scordino, ma il portiere di salva, così come all’89’, quando Cocuzza sta per depositare la palla in rete, ma viene anticipato da un difensore, quindi cade a terra vittima di uno scontro, di un anticipo, nella confusione generale non si capisce la dinamica, si sa solo che Cocuzza viene sostituito. Ultima considerazione, tiri del Real Siracusa in porta: zero!

TABELLINO

PATERNO’ – REAL SIRACUSA BELVEDERE 0-0

PATERNO’: Ferla s.v., Coniglione 6.5, Santapaola 6, Privitera 6, Raimondi 6.5, Bontempo 6.5, Passewe 6, Truglio 6 (58′ Baglione 6.5), Carioto 6, La Piana 6 (51′ Cocuzza 6.5, 87′ Godino s.v.), Scapellato D. 6 (47′ Cortese 6.5). A disposizione: Cantarero, Cavallaro, Rosalia, Aureliano, Marino. All.: Gaetano Catalano 6.

REAL SIRACUSA BELVEDERE: Scordino 8, Nana Owuso 5, Midolo 6, Falla 5.5, Ulma 5, Saraceno 6, Iacono 6 (74′ Porchia s.v.), Sillah 6.5, Frittitta 5.5, Ruiz 6.5 (83′ Provenzano s.v.), Melluzzo 6 (58′ Greco 5.5). A disposizione: Jamal, Domenico, Mazzone, Busà, Novello, Fucile. All.: Angelo Galfano 5.

ARBITRO: Giuseppe Mattace Raso di Messina 5. Assistenti: Manfredi Canale di Palermo 6 – Umberto Manfredi Matera di Palermo 6.

NOTE: 1500 spettatori presenti. Espulso Ulma al 53′ per doppia ammonizione. Ammoniti: Nana Owuso e Iacono per il Real Siracusa, Coniglione per il Paternò. Angoli: 11-0 per il Paternò. Recuperi: pt 0′, st 5′.

LA FOTOGALLERY DI FRANCESCO MAGRI’

Arbitri e giocatori a inizio partita (© Foto Magrì)
Gli irriducibili (© Foto Magrì)
La curva sud (© Foto Magrì)
Movimento B (© Foto Magrì)
La Piana steso da un avversario (© Foto Magrì)
Davide Carioto ha lottato come un leone (© Foto Magrì)
L’occasione al 30′, qui il tiro di Bontempo (© Foto Magrì)
Riprende Passewe, ma viene bloccato (© Foto Magrì)
Infine Raimondi calcia alto (© Foto Magrì)
Il colpo di testa di Carioto finisce alto (© Foto Magrì)
Il colpo di testa di Cortese finisce fuori (© Foto Magrì)
Scordino para su Raimondi da pochi passi (© Foto Magrì)
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: