Paternò SportSport

Il Paternò batte il Bronte in amichevole per 8-0 e pensa già alla coppa Italia che sarà contro l’Enna il 1 settembre

Prima di parlare della seconda amichevole che i rossazzurri hanno giocato in quel di Castiglione contro il Bronte, formazione di Promozione, volgiamo l’attenzione sui comunicati ufficiali che ha diramato la Lega e che fanno chiarezza sul girone e sul prossimo avversario di Coppa Italia Dilettanti. Innanzitutto, così come avevamo pronosticato il girone è formato oltre dal Paternò, da Giarre, Milazzo, Sant’Agata, Ragusa, Acicatena, Sporting Pedara, Mascalucia San Pio X, Atletico Catania, Aci e Galatea (ex Scordia), Carlentini, Real Siracusa, Rosolini, Palazzolo e Santa Croce, quindi sono stati scontati i ripescaggi di Enna e Carlentini, che avevano disputato i playoff promozione e che quindi avevano una certa prelazione sulle altre. Per quanto riguarda la coppa Italia dilettanti, il Paternò affronterà nel primo turno la ripescata Enna. L’andata sarà allo stadio “Gen. Gaeta” il 1 settembre, mentre il ritorno con molta probabilità si disputerà a Biancavilla l’8 settembre, per l’indisponibilità del “Falcone-Borsellino”, interessato da lavori di sistemazione del manto erboso. La gara contro l’Enna, sarà dunque il primo test vero di questo campionato, contro una neo promosso sì, ma pur sempre allestita per disputare un buon campionato, così come confermato dagli ingaggi dell’ex rossazzurro Zumbo e dall’ex Scordia Baglione, nonchè i confermati della scorsa stagione. Il Paternò di certo, cercherà di partire col piede giusto, cercando di non ripetere l’errore della scorsa stagione, quando dopo aver vinto in trasferta per 1-0 a Scordia, perse clamorosamente in casa per 2-1, venendo così eliminato.

Tornado al calcio attuale e cioè quello formato dalle amichevoli, il Paternò oggi ha affrontato il Bronte, formazione di Promozione ed ha vinto col risultato di 8-0.

I gol sono stati messi a segno da Tripletta Fabrizio Scapellato, quindi doppietta per Angelo Strano e gol di Davide Carioto, Pino Truglio e del giovane Costa. Insomma, un test che si è rivelato relativamente semplice, nonostante l’avversario non sia proprio l’ultimo arrivato. La squadra di Pippo Strano dimostra di avere un discreto feeling con il gol di migliorare giorno dopo giorno in tutti i reparti, smaltendo così le tossine e i carichi di allenamenti a cui sono stati sottoposti in questi giorni. Ferla, Santapaola, Nania, Raimondi, Bontempo, Strano, Privitera, Fabrizio Scapellato, Daniele Scapellato, La Piana e Carioto. Nella ripresa è entrato poi Cocuzza, che ha così ripreso dall’affaticamento.

Il direttore Generale Graziano Strano commenta così la gara: “Dopo 13 giorni il ritmo sta aumentando e gli schemi del mister stanno cominciando a vedersi, la cosa più importante da sottolineare è che il gruppo è molto coeso, perchè abbiamo a che fare con degli uomini che stanno lavorando per fare bene. La partita col Bronte, naturalmente non fa testo, anche perchè loro erano molto rabberciati, mentre riguardo all’avversario di Coppa Italia con l’Enna la vedo dura, perchè hanno un ds importante come Martello, un allenatore emergente come Cosimano e dei giocatori di livello come Torcivia, Caputa, Zumbo, Baglione, ma noi però siamo il Paternò e ce la giocheremo a testa alta, anche se gli equilibri si sono spostati ed oggi Palazzolo e Sant’Agata sono in pole position per gli acquisti importanti che hanno fatto”.

Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: