NewsPaternò SportSport

E’ di nuovo Pagana show! Il Paternò vince 5-0 in trasferta a San Cataldo!

A distanza di 20 anni si ripete il titolo e l’affiatamento tra il Paternò e il suo giocatore simbolo, oggi nelle vesti di allenatore. Il Paternò esordisce nel primo turno di Coppa Italia serie D giocando a San Cataldo giocano un primo tempo da calcio champagne, tenendo bene il campo, combattendo su ogni pallone e trovando la rete in ben 3 occasioni. Una prestazione che si ripete anche nel secondo tempo, con i paternesi che tengono bene il campo, controllano e verticalizzano, giocando un match spettacolare. Un Paternò ed un Pagana, che alla prima uscita smentiscono tutti, anche chi, si era esibito in esternazioni poco felici nei confronti del sodalizio paternese. L’impressione avuta è che questa squadra gioca bene e che con qualche piccolo innesto si può davvero zittire qualsiasi scettico.

CRONACA:

Al 5′ prima azione pericolosa per i rossazzurri, quando Zappalà batte una punizione dalle trequarti, palla al centro, dove arriva Manes che colpisce il pallone, ma la sfera finisce alta. Ancora Manes pericolosissimo al 16′. Corner battuto da Zappalà, la palla viene deviata da un difensore, ma arriva a Manes che colpisce di testa, ma La Cagnina risponde da campione, salvando la propria porta. Sul successivo corner sempre di Zappalà, Tuninetti impatta di testa, ma il pallone finisce sopra la traversa. Al 23′ eurogol di Pappalardo, quando dai 30 metri lascia partire una bordata che finisce alle spalle di La Cagnina. Al 31′ tiro di Popolo dalla distanza, ma La Cagnina riesce a bloccare agevolmente. La Sancataldese si vede per la prima volta al 34′ con una punizione calciata da Apostolos che finisce di poco alto. Il Paternò raddoppia al 37′ quando Zappalà batte una punizione magistrale per l’accorrente Cervillera, che di testa trova l’angolino dove insaccare la sfera. Tris del Paternò al 44′ con una bellissima e potente punizione dal limite di Tuninetti che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali. Allo scadere bello slalom di Aquino in area, che semina 3 avversari, entra in area, viene steso platealmente, sembrerebbe rigore, ma l’arbitro incredibilmente, assegna la punizione ai padroni di casa ed ammonisce l’esterno del Paternò. Nel secondo tempo al 63′ Raucci per Tuninetti, tiro da fuori, che però esce di poco. Al 69′ Pappalardo ruba palla, s’invola verso l’area e tenta un bel tiro che La Cagnina devia. Al 73′ azione tutta di marca argentina, con Tuninetti che lancia Fernandez, che si gira bene in area, viene anche fermato con un fallo, tira, ma la conclusione sfiora il palo. Il Paternò trova il poker all’80’ quando Tuninetti trova Fernandez, il quale con una finta di corpo si libera del difensore, si presenta davanti a La Cagnina e con un tocco preciso lo batte. Paternò che colpisce ancora, all’85’ Pappalardo vede il taglio di Fernandez in area, che di prima intenzione tira in porta e batte il portiere. Finisce in apotesi e la consapevolezza che la squadra può solamente crescere.

TABELLINO:

SANCATALDESE – PATERNO’ 0-5

SANCATALDESE: La Cagnina 5, Garzia 5 (38′ Mastrosimone 5), Oppizzi 4.5, Calabrese 5, Di Marco 5, Garofalo 5, Florio 5.5, Treppiedi 5.5 (46′ Nasini 5), Torregrossa 5 (55′ Lo Porto 5.5), Tuccio 5 (81′ D’Agosto s.v.), Apostolos 5. A disposizione: Dolenti, Magri, Castiglia, Taormina, Saetta. All.: Matteo Vullo 5.

PATERNO’: Cappa 6.5 (77′ Coriolano s.v.), Popolo 7, Raucci 7, Cervillera 7.5 (73′ Francinella s.v.), Manes 7.5, Guarnera 7 (77′ Amorello s.v.), Aquino 7 (60′ Bamba 6), Tuninetti 8, Fernandez 7.5, Zappalà 7 (73′ Moran s.v.), Pappalardo 8. A disposizione: Coriolano, Timmoniere, Nicolosi, Chechic, Francinella, Conti. All.: Giuseppe Pagana 8.

ARBITRO: Fabio Franzò di Siracusa 7. Assistenti: Andrea Varisano (AG) 7 e Marco Riccobene (EN) 7.

RETI: 23′ Pappalardo, 37′ Cervillera, 44′ Tuninetti, 80′ e 85′ Fernandez.

NOTE: 600 circa gli spettatori presenti. Espulso al 64′ Opizzi per doppia ammonizione. Ammoniti: Opizzi, Garofalo per la Sancataldese, Manes, Raucci, Aquino per il Paternò. Angoli: 3-1 per il Paternò. Il Paternò supera il turno di coppa Italia.

PAGELLE:

Cappa 6.5: Ottimo acquisto per il Paternò. Inoperoso per tutto la partita, dà stabilità al reparto. Da 77′ Coriolano s.v.: Non ha praticamente toccato palla, ma tra i pali ci sa stare.

Popolo 7: Giovane e arcigno difensore, rispetto alle ultime amiche ha giocato con grande autorevolezza.

Raucci 7: Sulla fascia andava come un treno, facendo le due fasi in maniera quasi sincrona.

Cervillera 7.5: Gran bel giocatore! Partita di quantità e qualità per un giovanissimo che farà parlare di sè. Bagna l’esordio in rossazzurro con un bel gol di testa. Dal 73′ Francinella s.v.: Troppo poco in campo, ma l’argentino è un buon giocatore.

Manes 7.5: Ha annullato chiunque passasse dalle sue zone, giocando una partita incredibile. Bravo!

Guarnera 7: Una delle partite più belle giocate dal difensore paternese, il quale è stato quasi perfetto. Dal 77′ Amorello s.v.: Ordinato e corretto nei pochi minuti in cui è stato in campo.

Aquino 7: Ecco un altro giocatore che farà parlare di sè. Salta l’uomo come pochi, difende e attacca con abilità, appena migliorerà la condizione atletica sarà devastante. Dal 60′ Bamba 6: E’ forte e questo lo sappiamo, ma quando imparerà a passare la palla diventare un grande.

Tuninetti 8: Un giocatore che non ha bisogno di presentazione, che gioca e fa giocare la squadra a grandi livello. Segna un gol su punizione incredibile, serve assist e domina, cosa vuoi di più?

Fernandez 7.5: Seppur la prima punta non è il suo ruolo, può giocare ovunque in attacco. Lotta, sgomita, gioca con furbizia, segna una pregevole doppietta.

Zappalà 7: Che era bravo lo sapevamo, ma che oggi è un giocatore completo e che può solamente regalare soddisfazioni, lo scopriamo e ne siamo piacevolmente colpiti. Dal 73′ Moran s.v.: Gioca pochi scampoli di gara.

Pappalardo 8: Un 2004 che farà parlare di sè. Che realizza un gol da favola, sbloccando la partita con un bolide da 30 metri. Serve assist e da profondità. Insomma l’esordio da titolare in D, è da applausi.

Mister Pagana 8: “Certi amori non finiscono mai, fanno dei giri immensi e poi ritornano”! Pagana e il Paternò un binomio vincente, che può regalare solo soddisfazioni. Oggi la squadra ha giocato calcio champagne, tenendo banco e impressionando ad ogni giocata.

INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY DI TURI ANICITO:

La squadra che ha sconfitto la Sancataldese 5-0 (© Foto Anicito)
Majchol Pappalardo tra i migliori (© Foto Anicito)
Il nuovo portiere Cappa (© Foto Anicito)
Le due squadre in campo con la maglia contro il Femminicidio (© Foto Anicito)
Parata di La Cagnina su Manes (© Foto Anicito)
Pappalardo nel momento in cui scaglia la bordata che vale il 1° gol (© Foto Anicito)
Il tiro di Pappalardo finisce in fondo al sacco (© Foto Anicito)
Il colpo di testa di Giuseppe Cervillera vale il 2° gol (© Foto Anicito)
La palla di Cervillera finisce in gol (© Foto Anicito)
Mister Pagana da indicazioni a Cervillera (© Foto Anicito)
La punizione di Rodrigo Tuninetti toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali (© Foto Anicito)
La palla di Lautaro Fernandez per il 4° gol (© Foto Anicito)
Lautaro Fernandez sigla il 5° gol (© Foto Anicito)
Felicità a fine gara per Zappalà, Pappalardo, Tuninetti e Aquino (© Foto Anicito)

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: