Altro

Il Paternò in vacanza a Rotonda

Per fortuna che questa partita non contava nulla ai fini della classifica, perchè sennò ci sarebbe stato tanto da recriminare, ma non tanto per le occasioni sprecate o per l’arbitraggio, quanto per l’atteggiamento compassato di gara da finale di stagione, che francamente poteva evitarsi. Il Rotonda ha vinto meritatamente, trovando il gol all’11’ con Cesay, ed ha anche attaccato, ma la formazione schierata nel primo tempo dal Paternò ha lasciato molto a desiderare. Capiamo, che arrivati a questo punto della stagione, c’è la volontà di dare spazio a tutti, soprattutto a chi ha giocato meno, ma tanti, troppi sostituti in campo. Nella ripresa con gli ingressi di La Piana, Distefano e Mascari, si finalmente vista qualcosa, ma fin dall’inizio, è apparso lampante i clima di rassegnazione, dopo la conquista matematica della salvezza. Non sappiamo, quali siano le indicazioni che provengano sia dallo staff tecnico, che dalla dirigenza, ma non siamo d’accordo con questo clima vacanziero per questo finale di stagione, le partite si giocano per vincere fino all’ultimo secondo dell’ultimo match, salvezza matematica o meno, per cui ci aspettiamo che mercoledì contro l’Fc Messina, il Paternò possa fare davvero da arbitro della lotta alla promozione, giocando per vincere e schierando la migliore formazione possibile! Il Paternò, con tutto il rispetto non è una formazione di passaggio, ma tra i sodalizi più importanti nel panorama siciliano, e non merita di andare in campo, con una formazione “…per dare spazio agli altri”!

CRONACA:

Gara senza storia anche nel ritmo, anche se i padroni di casa partono molto bene. La prima azione degna di nota è di marca paternese, quando al 4′ Manuel Puglisi si libera al tiro, ma invece di crossare al centro, prova un tiro-cross che si perde di poco alto. Il Rotonda, reagisce ed al 7′ Sanzone passa a Diop, ma la palla finisce fuori. Al 10′ l’arbitro ravvisa un fallo di Zappalà, ed assegna una punizione molto generosa. Batte Bottalico, la palla viene deviata da Maugeri sulla traversa, quindi rientra in campo. Sugli sviluppi dell’azione, la sfera arriva a Cesay, che lascia partire un sinistro, che finisce in fondo al sacco. La reazione del Paternò avviene con dei calci da fermo, prima al 13′ Camilleri batte da posizione defilata, ma Polizzi salva, quindi al 20′ c’è una grossa occasione per i rossazzurri. Punizione dal limite, batte Camilleri, la palla finisce sull’incrocio dei pali, quindi rientra in campo, ma la difesa riesce a spazzare. Rotonda pericoloso al 27′ con il solito Cesay, il cui tiro finsice di poco a lato, quindi sugli sviluppi del successivo corner è Diop a sfiorare la rete. Sempre Cesay ci riprova con un tiro dalla distanza al 30′, ma Maugeri è attento. Infine al 45′ Camilleri serve Guillari, ma l’attaccante non trova l’impatto con il pallone. Nel secondo tempo al 46′ è ancora Diop a provare la via del gol, ma il colpo di testa finisce alto, quindi al 51′ è lo stesso attaccante di colore a provarci, ma Maugeri respinge. Il Paternò al 61′ sfiora il pari con De Marco, ma il portiere riesce a salvare in corner. Ma è al 65′ che i rossazzurri hanno l’occasione più ghiotta per pareggiare, quando sugli sviluppi di corner battuto da Camilleri, c’è una mischia in area lucana, Mazzotti aggancia e tira da pochi passi, ma incredibilmente non trova la porta. A questo punto si fa sempre più insistente la spinta dei paternesi, ma la precisione manca e quando Mascari al 93′ spreca l’ottimo servizio di Distefano, le ostilità si concludono con la vittoria dei lucani.

TABELLINO

ROTONDA – PATERNO’ 1-0

ROTONDA: Polizzi 6, Sanzone 6.5, Cesay 7 (55′ Colibaly 5.5), Diop 6.5, Tourè 6 (46′ De Santis 5.5), Cardella 6.5 (67′ Valenti 5.5), Saverino 6.5 (89′ Anastasio s.v.), Calaiò 6, Bottalico 6.5 (67′ Boscaglia 5.5), Adeyemo 5.5, Giordano 6. A disposizione: Kasputis, Santamaria, Regnante, Martorelli. All.: Alfonso Pepe 6.

PATERNO’: Maugeri 6, Mazzotti 6, Guillari 5 (60′ Mascari 6), De Marco 6, Zappalà 6 (46′ La Piana 6), Maiorano 6.5, Pardo 5 (70′ Viaggio 6.5), Puglisi M. 6 (70′ Distefano 6), Camilleri 6.5, Camacho 6, Cenci 6. A disposizione: Tripoli, Coniglione, Bruzzo, Klepo, Pappalardo. All.: Gaetano Catalano 5.

ARBITRO: Luca Selvatici di Rovigo 6. Assistenti: Gigliotti (Lamezia Terme CZ) 6 e Mallimaci (RC) 6.

RETE: 11′ Cesay.

NOTE: Partita giocata a porte chiuse, nonostante sia decaduto il vincolo Covid, ma comunque presenti una cinquantina di addetti ai lavori. Ammoniti: Mazzotti e Guillari del Paternò, Calaiò e Adeyemo per il Rotonda. Angoli: 4-3 per il Paternò. Recuperi: pt 1′, st 6′

PAGELLE:

Maugeri 6: Si è fatto trovare spesso pronto, un pò meno nel gol, ma comunque positiva la prova.

Mazzotti 6: Solita gara da gladiatore, ma ha la colpa di aver sprecato il gol del pareggio.

Guillari 5: Troppo evanescente, non ne azzecca una! 60′ Mascari 6: Vuola come al solito spaccare il mondo, ma spreca l’assist di Distefano nel finale.

De Marco 6: Il giocatore che abbiamo visto nelle ultime partite è lontano parente di quello visto oggi, ma è comunque buona la sua prova.

Zappalà 6: Finalmente in campo! Ha cercato di fare bene, ma purtroppo è stato sostituito troppo presto. 46′ La Piana 6: Col suo ingresso la squadra ha cambiato volto, ma deve giocare più avanti.

Maiorano 6.5: Il migliore del Paternò, ma questa non è una novità.

Pardo 5: Prestazione assolutamente incolore, ha dalla sua soltanto l’età, per il resto poco convincente e troppe lacune mostrate in campo. 70′ Viaggio 6.5: che dire? Una bella sorpresa, per un giocatore della juniores che neanche conoscevamo, ma che in campo fin da subito ha ben giocato, nonostante sia un 2004. Bravo!

Puglisi M. 6: Senza infamia e senza lode, ha dato il massimo. 70′ Distefano 6: Uno degli uomini in più del Paternò, ma purtroppo viene relegato in panchina.

Camilleri 6.5: Ha tecnica da vendere, peccato che sia un pò lentuccio, ma è davvero un gran bel giocatore.

Camacho 6: Solito mastino di centrocampo, che corre per otto.

Cenci 6: Fa quel che può, peccato per qualche controllo sbagliato, ma tutto sommato ha ben giocato.

Mister Catalano 5: Noi non siamo d’accordo con le scelte fatte oggi. Si poteva fare un turn-over diverso, o quanto meno, dare spazio a chi ha giocato poco con degli spezzoni di partita e non rivoluzionando l’intera. Sì, è vero, la salvezza è stata raggiunto, ma il Paternò deve giocare per vincere sempre, comunque e contro chiunque, schierando la migliore formazione possibile.

INTERVISTE:

LA FOTOGALLERY:

Mazzotti sfiora il gol da pochi passi
L’occasione di Mazzotti
De Marco entra in area, ma il tiro viene deviato
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: