Paternò SportSport

Il Paternò pronto a ripartire, ma la situazione non è brillante da nessuna parte

Sono tanti gli articoli che leggiamo da altri parti in seguito a tutta questa vicenda che sta interessando il mondo calcistico, in particolar modo il dilettantismo e la serie D, di cui dilettante ha soltanto la dicitura. I presidenti di diverse società, lamentano tutti la stessa, e cioè che la mancanza di pubblico, e quindi di incassi, che di riflesso si traducono in una riduzione o quasi totale assenza di sponsor, portano le società ad un tracollo progressivo, a cui Paternò non può sottrarsi. Soprattuto quando si parla di un presidente come Ivan Mazzamuto, che nel suo piccolo, ha cercato di dare una svolta al modo dilettantesco, anzi quasi amatoriale con cui si gestiscono le società di calcio, organizzando tutto il lavoro con precisione, compresi i pagamenti, da sempre croce e delizia di questo mondo. La crisi c’è ed è evidente, gli aiuti dello stato e della Lega sono a dir poco miseri, per cui la riflessione sorge spontanea, come si continuerà? Alla ripresa del campionato, prevista per il 6 dicembre, la squadra come sarà? Ma soprattutto, l’amore sviscerale evidenziato da tanti, quando si parla di Paternò calcio, ma purtroppo dimostrato da pochi, si tradurrà in un aiuto concreto, oppure Mazzamuto è destinato a rimanere solo, assieme al suo seppur valido gruppo dirigenziale? La speranza, è che tutti capiscano quanto sia difficile affrontare questo momento, e forse invece del 6 dicembre, tutta questa baraonda calcistica andrebbe definitivamente fermata, almeno fino a quando non ci saranno cure certe e di conseguenza, un’economia, in grado di supportare anche realtà come quella del Paternò calcio. L’invito è dunque rivolto a tutti, maggioranza, opposizione, politici di ogni settore, amici, tifosi e non, perchè il Paternò è di tutti e va aiutato e supportato.

Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: