Paternò SportSport

Il Paternò rinasce contro il Giarre! 1-0 e imbattibilità che continua.

E’ un Paternò che piace, che vince, convince, brilla sia in attacco che in difesa, soffre quando c’è da soffrire, ma non rischia nulla o quasi, inventa e mette al sicuro il risultato, ma soprattutto è lì, ad un tiro di schioppo dalla vetta, con una certezza è l’unica formazione imbattuta di questo campionato. Considerazione che va assolutamente in secondo piano, soprattutto, perchè di fronte c’era il Giarre, sicuramente una delle squadre più concrete di questo torneo, ma il nuovo corso Catalano ha portato quella tranquillità che forse era mancata ai rossazzurri. La concentrazione, l’intensità e la trovata del genio che fa di nome Totò Cocuzza, entrano nel novero delle menzioni, ma è assolutamente da non dimenticare la prova offerta da capitan Truglio, che fino a quando è stato in campo, non ha mollato di un centimetro, ma poi uno sfortunato episodio, lo ha costretto ad uscire ed a ricorrere alle cure del nosocomio paternese, a proposito, speriamo che non si sia trattato di nulla di grave, ma soltanto di una dolorosa pallonata al volto. Altro giocatore da non sottovalutare è il giovane terzino Federico Coniglione, che ha giocato una partita impeccabile, in cui non ha sbagliato proprio nulla, così come ottima la prova di tutto il reparto difensivo e del portiere Ferla. Gli elogi si sprecano dopo la gara, ma è normale che per raggiungere il top, è fondamentale capitalizzare di più, mettere in ghiaccio la partita e quindi amministrare con relativa tranquillità. Purtroppo, non si può avere tutto dalla vita, per cui, in questo percorso di crescita e rinascita sono fondamentali i risultati e quello di oggi è stato eccezionale, pertanto si guarda con fiducia al futuro e all’immediato impegno di coppa Italia di mercoledì prossimo alle 15:00 contro lo stesso Giarre, per staccare il pass delle semifinali. Andando alla cronaca, l’inizio del Giarre è poderoso, la squadra ben messa in campo da Anastasi gioca con autorità, ma non incide, il Paternò invece risponde all’8′ con Cocuzza, che riceve palla dallo sgusciante Passewe, tiro di fuori area che sfiora il palo. Al 16′ è il turno di La Piana, che è bravo a liberarsi sulla sinistra, tiro-cross che sorvola di poco la porta difesa dal paternese Colonna. Al 21′ il Paternò capitalizza! Privitera serve un buon pallone a Cocuzza fuori dall’area, il bomber palermitano prende la prima e lascia partire una conclusione all’angolino, laddove Colonna non può arrivare. Il Paternò ha la possibilità dell’immediato colpo del KO, quando al 24′ l’angolo di Privitera è colpito di testa da La Piana, la sfera arriva dalle parti di Raimondi che colpisce anch’egli di testa, ma sfortunatamente la conclusione da pochi passi, finisce fuori, con Colonna inerme. Al 29′ Passewe arriva al tiro, ma la sfera a lato, ma più che sul tiro l’attenzione finisce su Truglio, che colpito da una violenta pallonata finisce a terra. Poco dopo sarà necessario effettuare un cambio. Il Giarre nel primo tempo si vede soltanto al 36′ con un tiro di Leotta, che Ferla respinge. Nel secondo tempo, il Giarre prova una reazione, lo fa assediando la porta rossazzurra con dei lanci e cross dentro l’area, che però vengono puntualmente spazzati dai difensori paternesi. Ed è infatti il Paternò a rendersi pericoloso in contropiede, come al 59′ con Cocuzza, che tira fuori, oppure al 70′ quando La Piana serve Santapaola in profondità, il terzino entra in area, potrebbe passarla a Passewe che è libero al centro dell’area, ma purtroppo tenta la conclusione personale, su cui Colonna si supera. Gol sbagliato e per poco gol subito. Il Giarre ha a disposizione una punizione concessa con larga mano dal non eccezionale arbitro Esposito di Ercolano (che per fortuna aveva invece a contorno i migliori guardalinee della categoria Attardi e Vasques). La batte l’ex Orazio Urso, che coglie la base del pallone, sulla respinta arriva Mirabella, che calcia a botta sicura, ma Ferla respinge in angolo. Nel finale il Paternò si vede all’84’ con Scapellato che calcia fuori, quindi all’85’ è Privitera ad avere il match-point, quando servito da Cocuzza si presenta davanti a Colonna, ma invece di tirare di prima intenzione, perde qualche attimo, permettendo così al portiere del Giarre di compiere una prodezza. Infine al 90′ è Cocuzza a provare una magia, quando semina 3 avversari in dribbling, quindi tenta il tiro, che purtroppo finisce a lato, per il Giarre invece il finale è senza sussulti. Finisce 1-0 per il Paternò, una partita ben giocata e che sposta l’ago della bilancia decisamente verso i colori rossazzurri. Un’ultima considerazione, che magari centra poco con la partita, ma vorrei capire, come certa gente, non si vergogna ad entrare al campo grazie all’amico, al politico o al conoscente, contribuire per il Paternò è un obbligo, più che una soddisfazione personale, ed invece assistiamo a certi siparietti, soprattuto da parte di gente che se lo può permettere, che sono da schiaffo a chi invece, magari non può, ma invece fa uno sforzo per contribuire alle sorti della propria squadra. Scusate se queste parole a qualcuno daranno fastidio, ma era doveroso riportarlo!

LE INTERVISTE

E’ spontaneo l’applauso con cui mister Gaetano Catalano viene accolto in sala stampa, ma al tempo stesso serve a stemperare la tensione che la gara ha comunque suscitato. “Partita difficile, contro un buon avversario, ma non abbiamo concesso praticamente nulla. I ragazzi mi hanno seguito e nonostante qualche piccola sbavatura, siamo riusciti a vincere contro il Giarre. Devo dire in tal senso, che stiamo lavorando molto su tutti i reparti, ma dobbiamo crescere, anche dal punto di vista numerico, oggi con l’infortunio di Truglio, è entrato Strano, che ha fatto bene, ma non ho potuto variare nulla, ma sono dell’idea, che così come affermato in conferenza stampa l’altro giorno, per il momento è opportuno concentrarsi domenica dopo domenica sulla partita, cogliere il massimo, per poi, qualora fosse opportuno intervenire sul mercato. Riguardo invece alla gara di mercoledì prossimo, sicuramente farò qualche cambiamento, ma a noi la Coppa interessa tantissimo, per affronteremo l’impegno con grande determinazione. Infine, ero stato a Paternò sia da giocatore avversario, che da allenatore, è stata una bella emozione, perchè sono convinto che questa piazza ha bisogno dell’input giusto per emergere, così come gli compete”. Dall’altra parte è intervenuto anche mister Giuseppe Anastasi: “Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi, credo che in campo si siano affrontate due grandi squadre. Noi abbiamo tenuto testa fino alla fine, potevamo fare meglio, ma il campionato è lungo, guardiamo sempre alla singola prestazione di sicuro non posso ritenermi insoddisfatto. Mercoledì prossimo ci ritroveremo qui, naturalmente faremo qualche modifica, ma la voglia di passare il turno c’è tutta”. E’ intervenuto anche il giovane Federico Coniglione che telegraficamente ha commentato: “Bella partita, siamo contenti del risultato e ringrazio gli addetti ai lavori per avermi giudicato tra i migliori in campo”. Infine due battute con bomber Cocuzza: “Partita intensa, ben giocata, peccato non aver segnato più gol. Riguardo alla mia prestazione, è vero che nelle partite precedenti, non ho giocato al massimo, ma ero stato schierato più distante dalla porta, non facevo una preparazione come si deve da 3 anni a causa degli infortuni e non giocavo soprattutto 10 partite di fila, da non so quando, per cui ringrazio i miei estimatori, sono felice di far gol e di poter spostare gli equilibri. Infine, con mister Catalano ci conosciamo bene, assieme abbiamo vinto un bel campionato a Messina, e posso dirvi che se lo seguiremo, così come stiamo facendo, con lui, possiamo ottenere solo grandi soddisfazioni. Infine ci tengo a dedicare questa vittoria al nostro capitano”.

TABELLINO

PATERNO’ – GIARRE 1-0

PATERNO’: Ferla 7, Coniglione 8, Santapaola 6.5, Privitera 6, Raimondi 7, Bontempo 7.5, Passewe 6.5 (73′ Godino 7), Truglio 7.5 (35′ Strano 6.5), Carioto 6.5 (78′ Scapellato D. 6.5), Cocuzza 8, La Piana 6.5. A disposizione: Tripoli, Nania, Celia, Cano, De Marco, Marino. All.: Gaetano Catalano 7.

GIARRE: Colonna 7.5, Curcuruto 6 ( 73′ Tornitore 5.5), Aidala 6, Marrone 5.5 (54′ Mirabella 6), Pettinato 6.5, Trovato 6.5, Giuffrida 6, Capitao 5, Abate 5, Leotta 6, Urso 6.5. A disposizione: Barbagallo, Faraone, Tomarchio, Civiletti, Maccarrone, Grassi, Aleo. All.: Giuseppe Anastasi 6.5.

ARBITRO: Saverio Esposito di Ercolano (NA) 5. Assistenti: Arturo Artellini (RG) 6.5 – Paolo Vasques (SR) 6.5.

RETE: 21′ Cocuzza.

Assist: Privitera.

NOTE: 700 spettatori presenti, tra cui almeno 100 provenienti da Giarre. Tifoserie gemellate, bello lo striscione esposto dai tifosi del Giarre con la scritta “Fratellanza ad Oltranza”. Espulso al 79′ il Presidente del Giarre Nirelli. Ammoniti: Ferla, Santapaola, Privitera, Strano e Cocuzza per il Paternò. Angoli: 4-4. Recuperi: pt 3′, st 4′.

LA FOTOGALLERY

La terna arbitrale e i capitani a inizio partita (© Foto Anicito)
Bontempo non ha letteralmente fatto toccare palla ad Abate (© Foto Anicito)
I tifosi del Paternò (© Foto Anicito)
Il gol di Cocuzza (© Foto Anicito)
Cocuzza festeggia dopo il gol (© Foto Anicito)
Raimondi manda fuori da pochi metri (© Foto Anicito)
Capitan Truglio esce dolorante dal campo (© Foto Anicito)
Mister Catalano al debutto in panchina (© Foto Anicito)
Carioto anticipa Pettinato (© Foto Anicito)
Uscita di Ferla (© Foto Anicito)
Il palo di Urso (© Foto Anicito)
Miracolo di Colonna su Privitera (© Foto Anicito)
Volti sorridenti a fine gara: Privitera e Scapellato (© Foto Anicito)
Bontempo e Passewe (© Foto Anicito)
Anastasi in sala stampa (© Foto Anicito)
Mister Catalano durante le interviste (© Foto Anicito)
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: