NewsPaternò

Maledetta ignoranza

Abbiamo aspettato qualche ora per metabolizzare l’ennesimo atto di vandalismo che ha colpito la città di Paternò, perchè siamo sempre più convinti che oltre all’effettivo atto di cronaca, che può, più o meno lasciare senza parole, ci si sofferma sul dubbio, non più amletico, se vale la pena vivere in una città, dove la lotta all’inciviltà è una battaglia persa. Vandali, sporcaccioni, ladri, pirati della strada, ignoranti, presuntuosi a 2 e 4 ruote (non ultimo, lo scrivente è rimasto allibito, dal vedere due ragazzine senza casco su due scooter, che in via Vittorio Emanuele, all’altezza della Gioielleria Nicotra, vedendo qualche macchina in fila, hanno avuto la felice idea di andare nella parte riservata ai pedoni, per giunta suonando ai passanti di spostarsi per transitare!). L’episodio di oggi è relativo al furto perpetrato ai danni della biblioteca. I ladri hanno forzato la porta d’ingresso per scassinare le macchinette del caffè e delle merendine, per rubare qualche decina di euro. Fin qui, normale amministrazione, e per fortuna che questi “ladri di merendine”, che definirli già ladri è un lusso, non hanno capito il valore della cultura che esprime questo luogo, con i suoi libri e manoscritti di un certo valore, ma si sa, la cultura non paga e grazie al cielo si sono limitati ai pochi spiccioli delle macchinette. Per il resto auguriamo a questi trogloditi che siano ben presto assicurati alla Giustizia, ma restiamo sempre dell’idea, che la battaglia contro l’inciviltà a Paternò, purtroppo è persa da un bel pezzo.

Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: