Paternò SportSport

Il Paternò spinge, ma non sfonda contro il Rosolini

Porta stregata e pareggio contro i siracusani

Un pareggio a reti bianche per i rossazzurri che contro il Rosolini non riescono a sfondare il bunker eretto dai siracusani. Almeno 7-8 le palle gol dei paternesi, al cospetto di un avversario che non ha mai tirato in porta, se non al 94’ su una conclusione da lontano, che Caruso tocca in angolo, nonostante la sfera fosse fuori dallo specchio della porta. Il Paternò è invece incappato in una di quelle partite dove la palla non ne vuol sapere di entrare in porta, e quando non sono stati gli attaccanti ad essere imprecisi, è arrivato il portiere Fornoni, come nel caso della parata su Taormina. Tutto sommato il pareggio non è totalmente da buttare, il Rosolini è squadra solida e compatta, imbattuta e specialista in pareggi, ma il Paternò ha dimostrato delle trame di gioco molto belle, un gioco fluido e armonioso, peccato solo per il gol che purtroppo non è arrivato. Tra le azioni degne di nota, ricordiamo i tiri di Asero, con Fornoni bravo a respingere, quindi l’intraprendenza di Cordaro e Romeo, mentre nel secondo tempo Cordaro recrimina per un gol ingiustamente annullato per fuorigioco, quindi Caruso e Serrano sfiorano il gol, ma è clamoroso il gol che prima sfiora Taormina, quando da pochi passi non trova il tocco vincente. Lo stesso Taormina cerca il gran gol al 92’ con una spettacolare acrobazia, ma Fornoni salva il risultato per la sua squadra. Insomma, porta stregata e risultato che si conclude in parità, i rossazzurri con una partita in meno mantengono la seconda posizione in classifica, e già pensano al prossimo match a Ragusa contro il Marina di Ragusa. Nel dopopartita il ds Vittorio Strianese commenta così: “Non abbiamo nulla da rimproverare ai ragazzi, perchè abbiamo praticamente giocato a 1 porta, ma la palla non ne ha voluto sapere di entrare in porta. Peccato, ma non è assolutamente da farne un dramma, purtroppo sappiamo benissimo che chi verrà a Paternò, giocherà per non subire coprendosi tutta la gara. Capitolo giocatori? Sappiamo che manca qualche pedina, spero al più presto di completare la rosa, ma già pensiamo alla prossima partita, contro un Marina di Ragusa che sicuramente giocherà per renderci la vita difficile”. Il mister del Rosolini Orazio Trombatore è visibilmente soddisfatto: “Oggi giocavamo contro una delle più forti, se non la più forte del campionato, per cui sono felice della prestazione e del risultato conseguito. Noi siamo una buona squadra e oggi l’abbiamo dimostrato, per cui spero di poter raggiungere posizioni importanti. Per quanto riguardo il campionato, sono convinto che Paternò e Palazzolo se la giocheranno fino alla fine, ma subito dietro ci potremmo essere anche noi”. Infine mister Gaetano Mirto commenta: “Abbiamo giocato bene ed è purtroppo mancato solo il gol, peccato perchè la prestazione è stata soddisfacente. Riguardo il cambio di modulo, dico solo che eravamo condizionati dalle assenze, ma che comunque le azioni da gol le abbiamo avute comunque, sia col 3-5-2, che col 4-2-4, ma la palla oggi non è voluta entrare”.

La fotogallery:

Il tiro di Asero viene deviato da Fornoni in corner (© Foto Anicito)
Azione pericolosa del Paternò (© Foto Anicito)
Mariano Cordaro in azione (© Foto Anicito)
Ottima prestazione del giovane Alessio Asero (© Foto Anicito)
Pregevole la prova di Lorenzo Godino (© Foto Anicito)
Lo spagnolo Julian Serrano Talavan sempre tra i migliori in campo (© Foto Anicito)
Tags
Mostra gli altri

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: