EtneaNewsPaternòProvincia

Il giro d’Italia porta ossigeno alle strade del comprensorio

Si sono sprecati fiumi di parole riguardo le strade del comprensorio, in particolarmente la strada che da Paternò conduce agli agrumeti della Piana di Catania, che attraversa Ponte Barca e arriva alla s.p. 192 (Catania-Enna) bivio Gerbini, è stata un cruccio per tutti quelli che la percorrono quotidianamente. Buche da ogni parte, impossibile da percorrere, anche viaggiando a passo d’uomo, per giunta la strada recita un ruolo di collegamento importante, per tutti quei turisti che si recano in Estate al parco acquatico. La soppressione delle Province, aveva purtroppo eliminato la cura e la manutenzione delle strade provinciali, così come si faceva una volta ed è così che si è arrivati ad una situazione insostenibile. Per la fortuna di tutti quelli che hanno auspicato il rifacimento dia queste strade, tra cui u apposito comitato nato ad hoc, il passaggio del Giro d’Italia ha portato ossigeno alle amministrazioni locali, perché gran parte di queste strade si rifaranno integralmente. Lo stesso sindaco di Paternò Nino Naso in un post su Fb scrive così: “Ci siamo riusciti! Grazie al Giro d’Italia, abbiamo realizzato una grande impresa: le nostre strade di campagna da Sferro a Paterno’ saranno ripristinate e asfaltate. La Sp. 102, la Sp. 24, la Sp. 58.  Finalmente si potra’ percorrere in sicurezza Sferro, Ponte Barca, Tre Fontane… Oggi sono partiti i lavori dalla Sp. 102 Sferro!“. Insomma un grosso problema è stato risolto grazie al giro d’Italia, a cui si aggiunge anche Ragalna, infatti il sindaco Salvatore Chisari comunica che grazie alla corsa rosa sarà interamente asfaltata, la strada che da Ragalna attraversa la Milia ed arriva al Grande Albergo dell’Etna! Santo Giro d’Italia…

Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: