Paternò Sport

Guarnera fa felice il Paternò. Vittoria per 1-0 in trasferta sul campo del Pistunina

La gara di Mili Marina contro il Pistunina è una di quelle che sulla carta sembra facile, ma che poi sul campo si trasforma in un vero e proprio problema. Le condizioni ambientali, la pericolosità dell’avversario, la posta in palio, il solito comportamento al di sopra delle righe di giocatori che fanno di tutto per far valere il fattore campo, insomma vincere a Pistunina non è facile per nessuno e vincere in questo contesto assume un significato più importante. Approfittando peraltro dello stop del Giarre e della sconfitta del Biancavilla, i rossazzurri continuano il loro cammino verso i playoff, assumendo comunque un basso profilo e un atteggiamento di grande umiltà. Spettatori del match anche i giocatori del Camaro, che approfittando dell’ennesimo forfait dell’Adrano (a proposito… che peccato fare questa fine ingloriosa), hanno potuto saggiare e valutare la condizione dei prossimi avversari. Ed è proprio il prossimo appuntamento contro i messinesi del Camaro, lo spartiacque di questa stagione, infatti vincere contro i messinesi aprirebbe significativamente le porte dei playoff al Paternò. Ma torniamo al Pistunina: primo tempo sornione, i rossazzurri si vedono soltanto con un colpo di testa di Trovato, che viene respinto da un difensore peloritano con una parte del corpo non meglio identificata. I paternesi reclamano il penalty, ma l’arbitro lascia proseguire. E’ poi il turno di Trombino a provarci con un bel diagonale, ma la sfera finisce di poco a lato. Nella ripresa cambia il ritmo, il Paternò scende in campo con la voglia di vincere e prima con Polat, anticipato di un soffio e poi sul corner arriva il gol. E’ il 50′ quando l’angolo di Ciarcià viene bucato da due giocatori, sulla si avventa Guarnera che di controbalzo batte Vitale. Un gol meritato per il giovane under paternese, peraltro convocato nella rappresentativa regionale. I rossazzurri insistono, ma prima Miraglia da pochi passi e poi Castagna sprecano. C’è anche il tempo per il raddoppio, firmato da Capuano, ma l’arbitro annulla per fuorigioco, sul tocco finale del difensore. E il Pistunina? Si vede soltanto con lo specialista Ardiri su calcio da fermo, ma Caruso è superbo tra i pali e con un balzo felino, riesce a salvare la propria porta. Grande Paternò, ottima prestazione. Non si molla!

Ecco le interviste post-partite

Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: