Paternò SportSport

Il Paternò riprende la marcia e rifila 6 gol allo Sporting Pedara

Ricordate lo scorso articolo, quello della settimana scorsa, quando vi abbiamo raccontato dell’opaca prova del Paternò al cospetto dell’Enna, conclusasi con un pareggio? Bene, dimenticate tutto e immergetevi nella bellissima risposta che la squadra di Catalano ha lanciato alle avversarie, con uno 0-6 che non lascia spazio a nessuna recriminazione, ma anzi da una certezza a tutti, soprattutto a chi per vincere ha bisogno di 3 rigori a partita o di due espulsioni a favore… Insomma, l’unico vero neo di questa partita è stato quello di aver giocato senza il pubblico, un peccato, soprattutto per i tifosi del Paternò, che avrebbero raggiunto in massa Viagrande e per la società pedarese, che avrebbe comunque fatto un cospicuo incasso. La partita scivola via con leggerezza, i cambi di ritmo del Paternò sono mortiferi per la squadra di casa, il maggior tasso tecnico dei rossazzurri fa la differenza, e basta davvero poco per ritrovarsi a tu per tu con il malcapitato Biondi per trafiggerlo. I tagli e le folate di un super Morris Passewe sono deleteri per la difesa locale, il gioco orchestrato da un formidabile Santo Privitera, oggi sicuramente il migliore in campo, trova in capitan Pino Truglio il braccio armato e negli attaccanti gli esecutori materiali. Il ritorno al gol di Totò Cocuzza è un toccasana per tutta la squadra, così come il primo brindisi per Roberto Cortese, segnali che incoraggiano ancora di più l’ambiente, soprattutto in vista del prossimo impegno casalingo che sarà contro il Palazzolo, che seppur a 12 punti di distacco, resta sempre un’avversaria pericolosa per il proseguo del campionato. Inutile aggiungere parole per la difesa, in cui Bontempo è ormai diventato anche un prolifico goleador, ma una segnalazione per il giovane Davide Cavallaro all’esordio da titolare, al posto dell’infortunato Santapaola, ci vuole proprio, perchè ha interpretato il ruolo con diligenza, così come Riccardo Rosalia, quanto nella ripresa è entrato al posto di Federico Coniglione, sicuramente tra i migliori under del campionato. Infine, ma non meno importanti, una menzione per Sandro Baglione, che può giocare in tutti i ruoli del campo, così come per Gabriele Ferla, portiere che costituisce la ciliegina sulla torta di questa squadra. Andiamo alla cronaca per segnalare che al 7′ il Paternò si porta in vantaggio. Cocuzza con una giocata delle sue, scatena Passewe in velocità, il quale supera Lauria, quindi davanti a Biondi, fulmina il portiere con un tocco beffardo. Lo Sporting Pedara non è una “squadretta”, gioca e risponde, ma non incide. Al 10′ l’ex Simone Caruso prova l’eurogol dalla sinistra, ma la traiettoria del pallone è troppo alta. Pedara che insiste ed all’11’ ci prova con Boccaccio da fuori area, ma Ferla respinge, quindi Cavallaro si rifugia in angolo. Al 15′ ancora Sporting pericoloso con il centrale Llama che di testa impatta bene, ma la sfera finisce di poco alta. Al 16′ risponde il Paternò con il solito Cocuzza che serve Passewe. Il liberiano entra in area, dribbla, ma viene fermato e strattonato platealmente (come si vedrà nella foto, ha la maglia strappata), ma l’arbitro lascia proseguire e la difesa si rifugia in corner. Al 19′ Carioto serve Truglio, il capitano però viene fermato dal portiere e per l’arbitro questa volta non ci sono dubbi: rigore! Dal dischetto per lo specialista Cocuzza è un gioco da ragazzi spiazzare Biondi, 2-0! Al 31′ i locali provano con il solito Boccaccio, il migliore dei suoi senza dubbio, con una punizione prima respinta dalla difesa, che viene ripresa dallo stesso giocatore, che calcia da fuori area una bordata, su cui Ferla si esibisce in una respinta con i pugni. Al 34′ il Paternò mette in ghiaccio il risultato, quando Privitera calcia un corner in maniera impeccabile, l’inserimento di Fabrizio Bontempo è perfetto, colpo di testa all’angolino e 3-0 per i rossazzurri. Al 41′ Privitera serve un’altro assist al bacio per lo scattista Passewe, portiere in uscita, e palla che finisce in gol grazie ad un pregevole tocco sotto del bravissimo attaccante di colore paternese, il quale si dimostra di essere un valore aggiunto per questa squadra! Nella ripresa i ritmi sono naturalmente più bassi, al Paternò non interessa alzarli e lo Sporting tenta con il solito Caruso di trovare il gol della bandiera, ma non ci riesce, né al 51′, che al 61′, quando non riesce ad inquadrare la porta. Il Paternò invece nei minuti finali cambia nuovamente marcia ed al 79′ La Piana prova il gran tiro dalla distanza al volo, ma la sfera finisce fuori, quindi all’83’ arriva il 5-0. Cocuzza per La Piana, palla al centro per Roberto Cortese, che di piatto batte Biondi. Infine all’88’, c’è nuovamente gloria per Totò Cocuzza, quando ben servito da La Piana, aggancia in area e di punta anticipa l’uscita del portiere. 0-6 e tutti a casa!

INTERVISTE

A fine gara, i pochi che hanno assistito se ne vanno festanti a casa, i 6 gol rifilati allo Sporting Pedara cancellano in un sol colpo il mezzo passo falso casalingo contro l’Enna, così come ci spiega mister Gaetano Catalano: “Effettivamente contro l’Enna non è andato come speravamo, perchè sicuramente l’approccio di qualcuno non è stato perfetto, per fortuna è poi arrivato il gol, che conferma la grande compattezza di questa squadra, che ancora una volta ha dimostrato di non mollare mai. Oggi, siamo scesi in campo determinati, volevamo a tutti i costi conquistare i 3 punti e ci siamo riusciti, adesso testa al Palazzolo, ma sapete come ragiono io, tutte le partite sono importanti e da martedì ci concentreremo alla preparazione di questa gara. Cocuzza e Ferla? Il primo sta ritornando ad esser quello di prima, l’ho appositamente tenuto in campo per tutti e 90′, in modo che prenda ancora più confidenza con il terreno di gioco, a questo ci aggiungiamo i due gol, così come sono felice per Roberto Cortese. Su Ferla che dobbiamo dire? E’ di grande affidamento, insieme ai compagni di reparto costituisce un gruppo meraviglioso, non per caso i gol subiti si possono veramente contare sulle punta delle dita”.

TABELLINO

SPORTING PEDARA – PATERNO’ 0-6

SPORTING PEDARA: Biondi 5 (86′ Bonaccorsi s.v.), Caruso 6.5, Leonardi 5.5, Boccaccio 6.5, Llama 5.5, Cannone 5.5, Lauria 5.5, Grassi Bertazzi 6 (78′ Porrovecchio s.v.), Camara 5.5 (56′ Bonanno 5.5), Gennaro 5 (47′ Di Pietro 5.5), Gruttadauria 5.5 (79′ Ternullo s.v.). A disposizione: La Spina. All.: Mario Giuffrida 6.

PATERNO’: Ferla 7, Coniglione 7 (46′ Rosalia 6.5), Cavallaro 7, Privitera 8, Raimondi 7 (58′ Marino 6.5), Bontempo 7.5, Passewe 7.5 (66′ La Piana 7), Truglio 7 (77′ Scapellato D. s.v.), Carioto 7 (59′ Cortese 7), Cocuzza 8, Baglione 7. A disposizione: Cantarero, Godino, Castiglia, Celia. All.: Gaetano Catalano 7.

ARBITRO: Angelo Gulisano di Acireale (CT) 7. Assistenti: Giuseppe Torre di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) 7 – Filippo Scannella di Caltanissetta 7.

RETI: 7′ e 41′ Passewe, 20′ (rig.) e 88′ Cocuzza, 34′ Bontempo, 83′ Cortese.

Assist: Cocuzza (Passewe/P), Rigore, Privitera (Bontempo/P), Privitera (Passewe/P), La Piana (Cortese/P), La Piana (Cocuzza/P).

NOTE: Partita giocata a Viagrande e a porte chiuse per la mancata agibilità della tribuna. Ammonito: Raimondi per il Paternò. Angoli: 5-3 per il Paternò. Recuperi: pt 1′, st 0′.

LA FOTOGALLERY DI TURI ANICITO

Ingresso in campo delle squadre (© Foto Anicito)
La formazione che ha affrontato e battuto lo Sporting Pedara (© Foto Anicito)
Esordio dal primo minuto per Davide Cavallaro (© Foto Anicito)
Morris Passewe porta in vantaggio il Paternò (© Foto Anicito)
Il portiere frana su Truglio, l’arbitro assegna il rigore (© Foto Anicito)
Totò Cocuzza spiazza Biondi dal dischetto (© Foto Anicito)
Cocuzza e Bontempo (© Foto Anicito)
Ferla respinge con i pugni il tiro di Boccaccio (© Foto Anicito)
Sandro Baglione in azione (© Foto Anicito)
La sequenza del gol di Bontempo, qui ha appena colpito la sfera di testa (© Foto Anicito)
La sfera calciata da Bontempo finisce in fondo al sacco (© Foto Anicito)
Ancora Cocuzza e Bontempo (© Foto Anicito)
La maglia strappata di Morris Passewe (© Foto Anicito)
La sequenza del 4° gol, qui Passewe scocca il tocco sotto (© Foto Anicito)
Passewe buca Biondi (© Foto Anicito)
La palla calciata da Morris Passewe finisce in gol (© Foto Anicito)
Santo Privitera migliore in campo (© Foto Anicito)
La palla calciata da Cortese finisce in gol (© Foto Anicito)
Cocuzza batte il portiere e chiude le ostilità (© Foto Anicito)
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: