NewsPaternò

Ore 2:20 approvato il bilancio preventivo e l’immediata esecutività, ma l’opposizione non è contenta

Nel cuore della notte e dopo una lunga discussione, il bilancio preventivo è stato approvato, insieme all’immediata esecutività. Un evento quasi storico, dato che era da decenni che questa situazione non si verificava e per giunta nel mese di luglio. Lo stesso Nino Naso dal Kazakistan dichiara: “Credo che sia un evento storico, un bilancio approvato nel mese di luglio, cosa che non accadeva da anni, penso che questa sia rivoluzione”. La novità di questo bilancio è sicuramente rappresentata dall’aumento delle ore lavorative da 26 a 30 dei lavoratori part-time del Comune, proposta giunta dalla commissione consiliare al bilancio ad opera della presidente Agata Marzola, che è stata condivisa da tutta la maggioranza ed è stata votata anche da parte della minoranza. Peraltro con questo bilancio, la stessa Marzola ci fa sapere che c’è la copertura finanziaria per indire un concorso per l’assunzione di 2 vigili urbani, così come ci dichiara: “Purtroppo saranno solo 2 i nuovi vigili urbani che assumeremo, -commenta la presidente della Commissione Bilancio – bandendo al più presto un concorso, anche se il nostro desiderio era di assumerne almeno una decina, ma purtroppo non c’è la disponibilità finanziaria per farlo. Ma siamo altrettanto soddisfatti, perchè in Commissione abbiamo lavorato per aumentare le ore lavorative dei lavoratori part-time”. Il vice sindaco Ezio Mannino, con delega al bilancio commenta: “Dopo tanti anni la nostra Citta’ viene dotata dello strumento Economico-Finanziario di previsione in tempi utili per essere definito tale, permettendo così di poter pianificare l’Azione di governo e sviluppo del territorio. Negli ultimi anni ci eravamo abituati ad un bilancio approvato nel mese di Dicembre, compromettendo così ogni margine di intervento ed azione sia politica da parte del Consiglio che tecnica. Ringrazio il Consiglio Comunale tutto, che ieri sera ha dato dimostrazione di maturità e capacità di analisi avviando un sano e corretto confronto sullo strumento contabile. L’approvazione del Bilancio e del Documento Unico di Programmazione consentirà la stabilizzazione dei 9 lavoratori a tempo determinato ed inoltre con l’Emendamento proposto dalla commissione bilancio si permetterà ai 46 lavoratori part-time di beneficiare di un aumento 4 ore settimanali. Per ultima analisi risulta importante per l’Amministrazione il dato politico, che con la votazione del Bilancio dimostra di essere tornata in salute e di aver ricevuto piena fiducia dalla propria maggioranza”.

I consiglieri Distefano e Lo Presti dopo la seduta del Consiglio Comunale

Dall’altra parte però l’opposizione tuona contro, così come riporta il comunicato congiunto di Diventerà Bellissima ad opera dei consiglieri Anthony Distefano e Giuseppe Lo Presti: “E’ stato approvato un Bilancio di previsione che non dà alcuna svolta coraggiosa ai conti del Comune che hanno, invece, bisogno di un cambio di passo deciso e strutturale: anche questa volta, i problemi vengono nascosti come la polvere sotto il tappeto. E l’approdo in aula dello strumento finanziario entro il mese di luglio è dovuto unicamente alla scadenza legata agli equilibri di Bilancio con i quali l’amministrazione comunale farà tornare entro il 31 di questo mese l’addizionale Irpef al massimo.
Gli stessi Revisori dei Conti hanno espresso “con riserva” il loro parere favorevole allo strumento finanziario: ovvero, chiedendo che vengano eliminate tutte le criticità presenti nel Bilancio. Abbiamo anche assistito alla mancata volontà di dare finalmente respiro ai lavoratori part time del Comune per i quali auspicavamo un aumento cospicuo delle ore (da 26 a 34) in un momento storico in cui la macchina del personale è in sofferenza anche per via dei pensionamenti di questi anni ai quali non corrisponde un ricambio. Durante la predisposizione dell’emendamento al Documento Unico di Programmazione è stata premura dei consiglieri di minoranza verificare che il costo per l’Ente – nell’aumento ore da 24 a 36, per l’appunto – fosse opportunamente coperto per il triennio 2019/2021 facendo riferimento alla disponibilità/capacità assunzionale prevista dal Programma triennale del fabbisogno del approvato dalla Giunta Comunale. Ciò nonostante, si è preferito “concedere” un aumento di appena 4 ore. Il chè non rappresenta “il meglio che niente” ma piuttosto “un’opportunità persa”. L’ennesima per la città destinata, anche nei numeri, a tirare a campare ed a vivere alla giornata”.

Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: