NewsPaternò SportSport

Il Paternò stecca la prima, perdendo 3-1 in trasferta

Partita davvero strana quella giocata dal Paternò ad Aversa, i rossazzurri dopo aver interpretato bene il primo tempo, cedono di schianto all’inizio della ripresa, regalando letteralmente 2 gol ai padroni di casa. C’è quindi una reazione d’orgoglio con il gol di Paschetta, ma ancora una volta, nel miglior momento dei rossazzurri, arriva la disattenzione, che permette a Gassama, il migliore in campo, di siglare il 3° gol per i padroni di casa. Un vero peccato, perchè il Paternò visto nei primi 20′ e per tutto il primo tempo è stato ottimo, ma poi è arrivato questo black-out che ha consegnato la vittoria ai campani. Adesso ci sono 10 giorni per riprendersi, capire dove sono stati commessi gli errori, magari rinforzando qualche reparto, perchè diciamo che i concetti di gioco ci sono, ma al Paternò è mancata la lucidità. Onore invece agli aversani, che hanno sfruttato appieno tutte le gentili concessioni avute dai rossazzurri. Non ci eravamo esaltati a San Cataldo e non ci demoralizziamo oggi, peraltro dopo la più lunga trasferta stagionale.

CRONACA:

Parte subito bene il Paternò e dopo appena 1 minuto ha una buona occasione, quando Pappalardo serve Aquino, controllo e tiro, che il portiere devia in angolo. Il Paternò dimostra buone qualità e ottimo controllo palla, ma al 13′ è la squadra di casa a farsi vedere, quando il neo acquisto Gassama conquista palla, si avvicina al limite d’area, da dove prova la conclusione, che si perde a lato. Il Paternò si vede al 28′ con una punizione di Pappalardo che Raucci colpisce di testa, ma il direttore di gara, fischia per un fallo. Quindi al 31′ Cervillera al tiro dopo una bella azione, ma un difensore dell’Aversa, riesce a salvare, mettendoci il corpo. Paternò che recrimina un rigore al 38′, quando Cervillera recupera palla, serve Fernandez, palla in profondità per Pappalardo che una volta entrato in area, viene fermato da Bonfini, ma il direttore di gara, lascia proseguire. Finisce un primo tempo equilibrato, in cui il Paternò ha dimostrato ancora una volta di essere una buona squadra. Nel secondo tempo, parte fortissimo la squadra di casa che già aò 46′ ha con Schiavi una buona occasione, ma il tiro finisce alto. Al 50′ è invece bravo Cappa ad anticipare Gassama, ma nulla può il portiere al 54′. Gassama trova lo spazio per il passaggio filtrante verso Scognamiglio, in sospetto fuorigioco, Paschetta è in ritardo, e per il giocatore del Real Aversa l’occasione è troppo ghiotta per non sfruttarla. Passano 4 minuti ed il Real Aversa raddoppia. Ancora Gassama dalla sua area, lancia Passariello, il quale super Manes e poi batte Cappa in uscita. Il Paternò è imbambolato ed al 64′ rischia il tris, quando Gassama supera 3 avversari, entra in area, ma a tu per tu con Cappa, spara sull’esterno della rete. I rossazzurri si vedono al 72′ con Cervillera che devia di testa una punizione di Zappalà, ma il tiro è debole. Al 77′ Timmonieri serve invece un bel pallone al centro per Paschetta, spostatosi nel frattempo in avanti, il quale impatta di prima intenzione, per battere così Lombardo. Il Paternò adesso ci crede al pareggio, insiste, ma all’88 commette l’ennesimo errore, quando un nuovo lancio trova Gassama da solo, Cappa tenta l’uscita disperata, ma non trova la sfera, Gassama si impossessa della sfera e deposita il pallone in gol.

TABELLINO:

REAL AGRO AVERSA – PATERNO’ 3-1

REAL AGRO AVERSA: Lombardo 6, Schiavi 6, Crispino 6, Del Prete 6.5 (88′ Strianese s.v.), Russo V. 6, Bonfini 7, Cavallo 5.5 (51′ Passariello 7), Russo D. 6, Gassama 8, Formicola 5.5 (51′ Petricciuolo 6.5), Scognamiglio 6.5 (78′ Esposito s.v.). A disposizione: Caputo, Boemia, Nespoli, Grimaldi, Avolio. All.: Massimo Carnevale 7.

PATERNO’: Cappa 6, Popolo Genesi 5.5 (75′ Timmonieri 6), Raucci 5.5, Cervillera 6, Manes 5.5, Paschetta 6, Asero 5.5 (62′ Zappalà 6), Tuninetti 5.5 (78′ Moran s.v.), Fernandez 6, Aquino 6 (57′ Deiana Testoni 5.5), Pappalardo 6 (62′ Bamba 5). A disposizione: Coriolano, Chechic, Francinella, Amorello. All.: Giuseppe Pagana 6.

ARBITRO: Alessandro Gervasi di Cosenza 5. Assistenti: Mauro De Palma 5 e Fabio Cantatore 5 di Molfetta (BA).

RETI: 54′ Scognamiglio, 58′ Passariello, 77′ Paschetta, 87′ Gassama.

NOTE: Qualche centinaio gli spettatori presenti. Angoli: 1-1. Ammoniti: Del Prete, Russo V., Scognamiglio, Gassama e Russo D. per l’Aversa, Cervillera, Manes, Paschetta e Raucci per il Paternò. Recuperi: pt 0′, st’ 5′.

PAGELLE:

Cappa 6: Non ha colpe particolari sui gol

Popolo Genesi 5.5: Non ha brillato, soprattutto nella ripresa. Dal 75′ Timmonieri 6: Ha qualità da vendere, e si è visto subito.

Raucci 5.5: Era partito bene, ma poi si è spento.

Cervillera 6: Ha dato il massimo, l’ultimo a mollare dei suoi.

Manes 5.5: Aveva giocato una partita brillante, ma il 2° gol nasce da un suo errore.

Paschetta 6: Sul primo gol subito ha qualche responsabilità, poi Pagana lo sposta in avanti e segna.

Asero 5.5: Non è ancora al top e si vede. Dal 62′ Zappalà 6: Il solito buon giocatore, che mette tanta qualità in campo.

Tuninetti 5.5: Partita strana la sua, gioca benissimo nel primo tempo, poi cala nella ripresa. Dal 78′ Moran s.v.: Troppo poco in campo.

Fernandez 6: Si è dannato l’anima, ma ha raccolto poco.

Aquino 6: Partito come un fulmine, è stato servito poco. Dal 57′ Deiana Testoni 5.5: nel cambio il Paternò non ci ha guadagnato.

Pappalardo 6: E’ generoso, vuole fare bene, ma deve migliorare nel fraseggio, su di lui nel primo tempo c’era un rigore solare. Dal 62′ Bamba 5: Non ci è piaciuto assolutamente, inserito per saltare l’uomo non lo fa mai e poi perde troppi palloni.

Mister Pagana 6: Il primo tempo ci aveva fatto sperare in un Paternò avvincente, ma poi è arrivato un black-out, su di cui il mister deve lavorare tanto. Ha 10 giorni per risolvere i piccoli problemi di questa squadra.

INTERVISTE:

FOTOGALLERY:


Il gol di Paschetta
Il gol di Passariello
Il gol di Gassama
Tags

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: