Paternò SportSport

Gemellaggio tra le amministrazioni di Castiglione e Paternò, in nome del Paternò calcio

In occasione dell’ultimo giorno di ritiro del Paternò calcio a Castiglione di Sicilia, è stato suggellato un patto di amicizia tra le due amministrazioni in segno di ringraziamento per accolto il sodalizio rossazzurro per il secondo anno di fila. La squadra infatti da martedì tornerà a Paternò, dove inizierà la seconda parte della preparazione al “Falcone-Borsellino”, in attesa del debutto in coppa Italia previsto per il 20 settembre e della 1° giornata di campionato, messa in calendario per il 27 settembre. Purtroppo, la querelle sorta in C, con la retrocessione di Picerno e Bitonto, ha allungato i tempi della composizione del girone e della conseguente compilazione dei calendari. Si attende infatti l’esito del ricorso (infatti il Rende potrebbe essere riammesso in C) e quindi solo tra il 12 e il 14 di questo mese ci sarà la composizione del girone, che nel frattempo ha già visto una novità, con la riammissione del Roccella, che così si riprende il posto che gli era stato “sottratto” dal Corigliano.

Il vice presidente Marco Tripoli e l’assessore Salvatore Monforte (foto tratta dalla pagina facebook del Paternò calcio)

Ritornando al gemellaggio tra le Paternò e Castiglione, riprendiamo l’articolo uscito su Taorminaweb.it a firma di Michele La Rosa: “Non solo calcio. Patto d’amicizia tra le amministrazioni di Paternò e quella di Castiglione. Un “patto” che nasce all’insegna dello sport grazie al fatto che il Paternò Calcio da settimane è ospite del rettangolo di gioco castiglionese per la preparazione atletica in vista del Campionato di Serie D. Così il sindaco Nino Naso insieme all’assessore Luigi Gulisano, giovedì sera, si sono incontrati nell’attuale sede municipale col collega Antonio Camarda e l’assessore Salvatore  Monforte, ma erano presenti pure gli assessori Concetta Susinni e Filippo Giannetto, insieme a quasi tutto lo staff dirigenziale del Paternò Calcio: il  vice presidente Marco Tripoli, l’amministratore delegato Francesco Di Perna, il segretario Carmelo Licciardello, il direttore sportivo Vittorio Strianese, il team manager Alfredo Scinà. 

Licciardello consegna all’assessore Monforte la maglia del Paternò (foto tratta dalla pagina facebook del Paternò calcio)

In effetti il Paternò calcio già da settimane si allena sul rettangolo di gioco di Uno dei Borghi più Belli d’Italia, ma è il secondo anno che la squadra opta per tale struttura sportiva: “una scelta che ci ha portato fortuna” affermava il vicepresidente Marco Tripoli. I due sindaci si sono scambiati pure dei gadget e souvenir che riproducono i luoghi simbolo delle due città normanne, ovvero le torri e i castelli che caratterizzano le due città. La dirigenza della squadra invece ha donato la maglietta ufficiale del campionato all’assessore Salvatore Monforte che in queste settimane ha seguito la permanenza qui degli ospiti etnei. Una occasione per confrontarsi su varie tematiche, tra sport, turismo, eventi, ma anche servizi che le due municipalità gestiscono, con l’invito all’Amministrazione castiglionese a partecipare alla prima partita ufficiale di campionato. I calciatori purtroppo non hanno potuto partecipare all’iniziativa a causa delle attuali restrizioni in materia di coronavirus Covid 19“.

Naso e Camarda (foto tratta dalla pagina facebook del Paternò calcio)
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: