Paternò SportSport

Un palo e una traversa negano la vittoria al Paternò

Trasferta difficile, ma non impossibile per il Paternò in quel di Siracusa, contro la rivelazione Real Siracusa Belvedere, una squadra ben allenata da Angelo Galfano, che ha saputo conquistare un punticino contro il forte Paternò. I rossazzurri però, per circa un tempo sono stati abulici, privi del cinismo che li contraddistingue, della praticità, che è propria di questa squadra, perdendosi in fraseggi inconcludenti, che sono stati quasi sempre preda del portiere Cerruto. E sì, oggi dobbiamo assolutamente parlare di questo giocatore, cioè di Giovanni Cerruto, che a 37 anni gioca in Eccellenza come un veterano, salvando più volte la propria porta dai tiri insidiosi dei rossazzurri. Se il Real Siracusa, oggi è riuscito nell’impresa di fermare il Paternò è grazie al proprio portiere, che soprattutto nel finale ha salvato l’impossibile. Peccato per i due punti persi, ma l’impressione è che partite come queste, in altri anni, sarebbe andate perdute, ed invece oggi è arrivato un pareggio autoritario, dettato dalla squadra più forte, che non ha vinto solo grazie alle prodezze di Cerruto e al solito pessimo arbitraggio della classica giacchetta nera di Messina, niente poco di meno che del signor Giuseppe Mattace Raso, cioè colui che nemmeno ammonì il giocatore che fece il fallaccio su Scapellato che gli ha fatto perdere la stagione, contro lo Sporting Pedara. E’ però importante sottolineare che il Paternò nel primo tempo, non è stato il solito, mentre nella ripresa ha avuto un demerito, quello di subire un gol evitabilissimo, frutto di un errato retropassaggio. Con i campi, la situazione è migliorata, i rossazzurri hanno uscito gli artigli e dopo il pareggio, è iniziato lo show di Cocuzza, fin lì, colpevolemente assente, il quale ha primo colto la traversa, con l’ausilio di Cerruto, quindi un clamoroso palo. E va be, finisce 1-1. Testa già all’Acicatena, quando domenica prossima, finalmente si ritornerà a casa. Il campionato è lungo, sono 4 le lunghezze dal Ragusa, ma gli iblei non le vinceranno tutte e già qualche cosa sta cominciando a scricchiolare, quindi semmai, il rammarico e per non aver dato continuità al risultato, anche se il pareggio alla fin fine non è da buttare! Andando alla cronaca: al 3′ occasionissima per il Paternò, Strano serve Cocuzza, assist per La Piana, che si trova davanti a Cerruto, tiro ravvicinato su cui il portiere siracusano compie il primo miracolo. Al 9′ è Strano a rendersi pericoloso con un colpo di testa, dopo un corner di Privitera, la palla però finisce alta. Al 14′ ancora Privitera per Strano, bordata dalla distanza, che finisce fuori di un soffio. Un minuto dopo, Cocuzza serve La Piana, tiro dalla distanza, che il solito Cerruto devia in corner. La sfida Cerruto-La Piana si ripete al 45′, al gran tiro e super parata del portiere. La Ripresa inizia sotto i migliori auspici, al 50′ i tifosi paternesi gridano al gol, ma l’urlo viene strozzato in gola, infatti l’angolo di Privitera è ben impattato di testa da La Piana, la sfera sembra indirizzata verso l’angolino, ma invece esce fuori per questione di millimetri! Gol sbagliato, gol subito… Al 53′ Santapaola effettua un retropassaggio, Privitera viene preso in contro tempo, la sfera arriva così a Ruiz che serve Quarto in velocità, il giovane siracusano davanti a Ferla, trova lo spiraglio per batterlo e portare in vantaggio la propria squadra. A questo punto, il Paternò si riversa in avanti, ci prova in tutti i modi ed al 73′ trova il pareggio. Palla filtrante di Cocuzza per Carioto, che appena entrato in area, lascia partire un bolide che finisce sotto la traversa, con Cerruto, finalmente battuto! Al 76′ ci prova Privitera con un gran tiro dalla distanza, palla alta di pochissimo, quindi all’82’ è Scapellato a servire Carioto, ma il colpo di testa è parato da Cerruto. All’89’ il finale thrilling. Cocuzza riprende una respinta e lascia partire una cannonata dal limite, Cerruto la devia di quel tanto per far impattare la palla sulla traversa, e quindi in corner. Sugli sviluppi dell’angolo, ancora Cocuzza dal limite, gran tiro di esterno, che colpisce la base del palo ed esce, arriva Scapellato sulla sfera, il quale però calcia alto.

INTERVISTE

A fine partita, la scena per noi più bella è sicuramente quando incontriamo Giovanni Cerruto e gli facciamo i complimenti, perchè oggi è grazie a lui che la sua squadra ha conquistato il pareggio. Prima, avevamo sentito mister Strano il quale ci dice: “E’ stata una partita difficile e sapevamo che sarebbe stata così, speravamo di impostarla diversamente, ma devo dire che anche gli avversari ci sono e questi per circa 30 minuti ci hanno messo in difficoltà. Devo fare i complimenti a Galfano per la sua squadra, quindi siamo usciti noi, abbiamo subito il gol e forse se non l’avremmo preso, oggi staremmo parlando di una bella vittoria. Alla fine, è stato poi il loro portiere a salvare il risultato, e la fortuna non è stata dalla nostra parte. Domenica, finalmente ritorniamo a casa nostra, spero di vedere tanta gente accorrere allo stadio per sostenerci”. E’ quindi il turno di Davide Carioto, autore del gol: “Sono felice per il gol, lo aspettavo in campionato da un pò, dato che in coppa ne ho già segnati 3. Peccato non aver vinto, ci abbiamo provato in tutti i modi, ma il loro portiere è stato bravo, adesso spero di non fermarmi e di segnare altri gol per la maglia, possibilmente già domenica prossima, quando finalmente potrò giocare al “Falcone-Borsellino”.

TABELLINO

REAL SIRACUSA BELVEDERE – PATERNO’ 1-1

REAL SIRACUSA BELVEDERE: Cerruto 9, Liistro 6 (71′ Midolo s.v.), Falla 7, Quarto 7, Ulma 6.5, Saraceno 6.5, Brancato 6, Sillah 6, Bianchini 5.5 (64′ Busa 5.5), Ruiz 6.5, Melluzzo 6. A disposizione: Scordino, Correnti, Formisano, Minnalà, Di Domenico, Fucile, Quadarelli. All.: Angelo Galfano 7.5.

PATERNO’: Ferla 6.5, Coniglione 6, Santapaola 5.5, Privitera 5.5, Raimondi 6, Bontempo 6.5, Strano 6, Truglio 5.5 (59′ Scapellato D. 6.5), Cano 5 ( 59′ Carioto 7), Cocuzza 6.5, La Piana 6 (78′ Passewa s.v.). A disposizione: Cantarero, Godino, MArino, Cavallaro, Nania, De Marco. All.: Pippo Strano 7.

ARBITRO: Giuseppe Mattace Raso di Messina 5. Assistenti: Antonio Catanese 5 e Marco Guagliandolo 5 di Messina.

RETI: 53′ Quarto, 73′ Carioto.

Assist: Ruiz, Cocuzza.

NOTE: 150 spettatori, di cui almeno 50 provenienti da Paternò. Ammoniti: Privitera per il Paternò, Brancato per il Real Siracusa. Angoli: 13-1 per il Paternò. Recuperi: pt 1′, st 4′.

LA FOTOGALLERY

La formazione che ha affrontato il Real Siracusa (© Foto Anicito)
L’ingresso in campo con la pessima terna arbitrale (© Foto Anicito)
La super parata di Cerruto su La Piana dopo 3′ (© Foto Anicito)
Ancora Cerruto protagonista (© Foto Anicito)
Cerruto salva su La Piana
Il colpo di testa di La Piana sembra finire in gol, ma purtroppo uscirà fuori di pochi millimetri (© Foto Anicito)
Quarto batte Ferla (© Foto Anicito)
Ancora Cerruto protagonista (© Foto Anicito)
Il tiro di Carioto batte Cerruto (© Foto Anicito)
Ancora in sequenza il gol di Carioto (© Foto Anicito)
La clamorosa traversa di Cocuzza
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: