Paternò SportSport

Paternò sul velluto. Autoritario 3-0 all’Atletico Catania.

Strepitosa prestazione del Paternò che batte l’Atletico Catania per 3-0, ma potevano molti di più i gol dei rossazzurri, i quali hanno incontrato dall’altra parte un super Meo tra i pali. La partita non ha avuto storia sin dai primi minuti, troppo netto il divario tra le due squadre, troppo forte il Paternò per questo Atletico Catania, che come dicevano, deve ringraziare il proprio portiere Ivan Meo, se oggi, non è uscito dal “Raiti” di Biancavilla con una goleada. Del resto, il Paternò ha mostrato tecniche di gioco molto interessanti e spunti di calcio champagne, affievoliti nella ripresa, quando a risultato acquisito si è badato a conservare le forze dopo l’impegno avuto in settimana con la Coppa Italia. Passando alla cronaca, al 1′ Privitera pennella per Cocuzza, che di testa manda fuori, quindi al 2′ La Piana per Cocuzza, ma Meo inaugura la sagra delle prodezze, deviando in angolo. Atletico Catania pericolosa al 5′ con Vaccaro, quando l’attaccante elude il fuorigioco, ma al cospetto di Ferla calcia alto. Paternò che insiste ed all’8′ Privitera serve Cano in area, il quale ben controlla, palleggia e lascia partire un bel tiro al volo che finisce di poco alto. All’11 è quindi La Piana a servire Cano, assist per Truglio, il quale tira in porta da pochi passi, ma Meo compie una prodezza salvando la propria porta. Paternò pericoloso al 13′ con Raimondi, il quale di testa indirizza la sfera in porta, ma la traiettoria è deviata in corner. Sul successivo calcio d’angolo, Privitera batte per Cano, che anticipa tutti di testa, ma il suo tiro si stampa sulla traversa. Atletico che risponde con un tiro di Tounkara da fuori area, su cui Ferla compie un bel tuffo. Al 18′ è invece ancora la traversa a negare il gol a Cano, questa volta ben servito da La Piana. Il gol è nell’area ed al 20′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la sfera giunge a Bontempo, dribbling ed atterramento maldestro da parte di Tounkara, che lo stende. L’arbitro assegna giustamente il penalty. Dal dischetto si presenta lo specialista Cocuzza che spiazza il seppur bravo Meo. Cocuzza al 28′ cerca la doppietta con un gran tiro dal limite, ed ancora una volta il portiere dell’Atletico salva la propria porta. Al 32′ è ancora Raimondi a rendersi pericoloso, ma la conclusione finisce alta. Passano solo due giri di lancette ed al 34′ il Paternò raddoppia. La Piana scappa sulla sinistra, mette al centro per Strano, che di testa gira per Cano, il quale sotto porta non si fa pregare due volte per battere meo. Meo protagonista su La Piana anche al 41′, salvando la rete dal tris. Nella ripresa, il Paterno mette subito in chiaro le cose. E’ il 50′ quando Cano recupera un buon pallone, assist per Cocuzza che a tu per tu con Meo non sbaglia. Ci sono altre occasioni, prima per Cano e poi per La Piana, ma l’estremo difensore atletista si fa trovare pronto, quindi è Daniele Scapellato al 69′ a provare la deviazione vincente, ma non si coordina bene, mentre al 70′ tira alto da buona posizione. A questo punto il Paternò gestisce il risultato e pago del 3-0 porta a termine la partita senza rischiare nulla e pensando già al prossima impegno che sarà in trasferta contro il Real Siracusa Belvedere.

Negli spogliatoi c’è molta soddisfazione, lo stesso mister Strano, che generalmente è avaro di complimenti dichiara: “Devo per davvero fare i complimenti a tutta la squadra, perchè hanno giocato in maniera impeccabile. Nel primo tempo ho assistito ad una gara bellissima, in cui abbiamo avuto almeno 20 azioni da gol, che non si sono trasformate, solo perchè avevamo di fronte un super Meo. Nella ripresa, poi, una volta aver messo in ghiaccio il risultato, abbiamo tentato la via del poker, effettuando anche qualche cambio, ma questo non è arrivato e ci siamo accontentati del 3-0, guardando con fiducia al futuro”. Gli fa eco il fratello e direttore generale Graziano Strano: “Avevo chiesto ai ragazzi, che in occasione del mio compleanno, che festeggio oggi, volevo come regalo i 3 punti, devo dire che sono stato accontentato ampiamente, perchè abbiamo ben giocato e mostrato al pubblico un grande calcio”. E’ quindi il turno di Juan Martin Cano, il quale ci riferisce: “Sono davvero molto felice per il gol e per la prestazione. Dedico la mia rete alla mamma, che ieri ha compiuto gli anni e si trova lontano”. Infine Filippo Raimondi esorta ancora una volta il gruppo, il quale cresce e regala soddisfazioni di partita in partita.

TABELLINO

PATERNO’ – ATLETICO CATANIA 3-0

PATERNO’: Ferla 7, Coniglione 7 (79′ Nania s.v.), Santapaola 7, Privitera 7.5 (58′ Carioto 6.5), Raimondi 7, Bontempo 7.5 (80′ Marino s.v.), Strano 7, Truglio 7, Cano 7.5 (64′ Scapellato D. 6.5), Cocuzza 8, La Piana 7.5 (72′ Godino 7). A disposizione: Cantarero, Cavallaro, De Marco, Celia. All.: Pippo Strano 8.

ATLETICO CATANIA: Meo 9, Foti 5 (35′ Mascara 5), Cambria 4.5, Bonnici 6 (71′ Trawalcky 6), Aleo 5, Murabito 6, Tounkara 5 (55′ Sinatra 5), Di Venuto 5.5, Dadone 5 (64′ Timpano 5.5), Spampinato 5, Vaccaro 5.5 (71′ Caponnetto 5.5). A disposizione: Dragotto, Di Somma, Anfuso, Condorelli. All.: Vincenzo Giuffrida 5.

ARBITRO: Alberto Natale Amore di Ragusa 6.5. Assistenti: Francesco Quattrotto 6.5 e Gerardo S. Calandra 6.5 di Messina.

RETI: 23′ (rig.) e 50′ Cocuzza, 34′ Cano.

Assist: La Piana, Cano.

NOTE: 600 spettatori presenti al “Raiti” di Biancavilla, ma dovrebbe essere l’ultima volta che il Paternò gioca lontano dal “Falcone-Borsellino”. Ammoniti: Aleo, Murabito e Vaccaro per l’Atletico Catania. Angoli: 12-0 per il Paternò. Recuperi: pt 3′, st 3′.

La FOTOGALLERY DI TURI ANICITO e FRANCESCO MAGRI’

Ingresso in campo (© Foto Magrì)
Filippo Raimondi (© Foto Magrì)
Calogero La Piana (© Foto Magrì)
Totò Cocuzza (© Foto Magrì)
Juan Martin Cano (© Foto Anicito)
Gabriel Santapaola (© Foto Magrì)
Il ds Vittorio Strianese (© Foto Magrì)
La squadra che ha affrontato e battuto l’Atletico Catania (© Foto Anicito)
Parata di Meo (© Foto Anicito)
Ancora Meo su La Piana (© Foto Anicito)
Meo devia sulla traversa (© Foto Magrì)
Meo insuperabile (© Foto Magrì)
Tounkara stende Bontempo. E’ calcio di rigore (© Foto Magrì)
Cocuzza dal dischetto spiazza Meo (© Foto Magrì)
Cocuzza festeggiato dopo il gol (© Foto Anicito)
Il gol di Cano per il 2-0 (© Foto Magrì)
Il gol di Cano da altra angolazione (© Foto Anicito)
Il 3-0 di Totò Cocuzza (© Foto Anicito)
Cocuzza felice dopo il gol (© Foto Anicito)
Tiro pericoloso del Paternò nella ripresa (© Foto Anicito)
I due under che hanno giocato Santapaola e Coniglione (© Foto Anicito)
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: