CataniaNewsProvinciaRegione

Giorgia Meloni “è sempre più blu” a Catania

Oltre 2000 partecipanti hanno accolto con clamore l’arrivo di Giorgia Meloni a Catania, così come si fa con un leader affermato, che oggi più che mai si rende conto di poter rappresentare il futuro del centrodestra in Sicilia e in Italia. “E’ sempre più blu” è il titolo scelto per la manifestazione e per la campagna di nuove adesioni che sta portando avanti “Fratelli d’Italia”, incontro che ha visto la sala dell’Hotel Sheraton letteralmente invasa da simpatizzanti e amministratori ansiosi di salutare la leader, malgrado l’afa che attanaglia la provincia etnea.

L’intervento della Meloni davanti al folto pubblico (© Foto Anicito)

Presenti numerosi deputati regionali e nazionali, la notizia più importante è sicuramente quella del passaggio del sindaco di Catania Salvo Pogliese e di tutto il gruppo di “Muovititalia” guidato dall’ex onorevole Basilio Catanoso. Presente, pure il coordinatore regionale Manlio Messina, fresco di nomina all’assessorato regionale al Turismo nel governo Musumeci, il sen. Ignazio La Russa (vice presidente del Senato), l’on. Fabio Rampelli (vice presidente della Camera), l’eurodeputato Raffaele Stancanelli, che già da un bel pezzo è punto di riferimento della Meloni,l’on. Rossana Cannata, l’on. Gaetano Galvagno, assieme ad un folto gruppo di sindaci, Antonio Bonanno (Biancavilla), Massimiliano Giammusso (Gravina di Catania), Salvatore Puglisi (Liguaglossa), Armando Glorioso (Nissoria), Ruggero Strano (Castel di Iudica), Pippo Limoli (Ramacca).

Grande pubblico allo Sheraton (© Foto Anicito)

“Siamo la seconda forza del centrodestra, è ormai un dato acclarato – precisa Giorgia Meloni – la credibilità, la costanza, la coerenza, l’attenzione al territorio, il rispetto della meritocrazia hanno avvicinato tante brave persone alla nostra causa. La manifestazione di oggi è importante per le personalità di assoluto rilievo che scelgono di aderire a Fratelli d’Italia, a partire dal principale sindaco del centrodestra in Italia che è Salvo Pogliese”.
E il principale sindaco di centrodestra in Italia – per il quale si ragiona di un posto da coordinatore regionale – non nasconde l’entusiasmo per quello che lui stesso definisce un “ritorno a casa” dopo la faida con il commissario regionale di Forza Italia Gianfranco Micciché: “Da mesi non ho condiviso le scelte del partito – spiega Pogliese – sul fenomeno migratorio, sulla lotta ai vitalizi, sul rispetto per la città di Catania che il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana non ha dimostrato. Ecco perché sono felice di continuare un percorso di assoluta coerenza all’interno di Fratelli d’Italia, con persone che conosco da trent’anni”.

Messina, Meloni, Pogliese e Galvagno (© Foto Anicito)


A dargli il bentornato, il neo-assessore regionale Manlio Messina. “E’ stato importante riconquistare questa città, con il centrodestra unito intorno a Salvo – dice Messina dal palco – ma è stato bello sopratutto ritrovare l’amico di sempre. Insieme vogliamo continuare questa storia straordinaria, che ha visto Giorgia protagonista quando ci davano per morti. Invece , oggi siamo qui con un partito che cresce e che vuole continuare a crescere”. Infine, l’on. Ignazio La Russa conclude così: “Oggi entrano a vele spiegate, non solo rappresentanti della Destra di altissimo livello come il sindaco di Catania Pogliese, Catanoso, la deputata regionale Cannata e diversi sindaci e consiglieri siciliani e l’ex sindaco di Ascoli Piceno, candidato ad essere il futuro governatore della regione Marche e nel frattempo stiamo cercando di organizzare altre manifestazioni di questo genere, per fare ancora più blu il Nord. Evidentemente il progetto che abbiamo iniziato meno di un anno fa quando abbiamo lanciato l’idea di una seconda gamba del centrodestra, che insieme alla Lega dia una prospettiva di governo coesa e non di contratto, un governo sovranista e nazionale, sta andando molto bene, non solo nelle adesioni, ma anche nei consensi, così come hanno dimostrato le Europee”.

La Russa, Stancanelli con Pogliese e Meloni (© Foto Anicito)
Tags
Mostra gli altri

Vincenzo Anicito

Esteta, curioso, intrigante, riflessivo, odia gli stereotipi, ama Paternò e il Paternò calcio, il paesaggio al tramonto, il mare d'estate dopo le 19:00 e dormire con il rumore della pioggia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: